Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'adolescente e la famiglia: linee teoriche e verifica empirica

L'adolescenza è una tappa fondamentale all'interno del ciclo di vita dell'individuo.
Rappresenta una delicata fase di cambiamento che porta con sè sconvolgimenti fisici e psicologici.
La trattazione di questo tema sarà affrontata tramite una chiave di lettura di tipo psicodinamico. Saranno trattate le fondamentali tappe che caratterizzano tale processo di crescità, la riattuazione delle dinamiche edipiche e il fondamentale ruolo della famiglia come agenzia educativa principale.
Verrà preso in analisi il contributo di John Bowlby e la sua teoria dell'attaccamento.
Infine grazie al contributo empirico verrà ulteriormente indagata l'importanza della famiglia in adolescenza mediante la somministrazione di alcuni questionari come l'M.R.O.

Mostra/Nascondi contenuto.
All’interno del presente elaborato si è voluto analizzare il tema dell’adolescenza, sul quale da sempre molteplici teorie hanno fornito la loro prospettiva e sul quale ancora oggi si continua, da differenti punti di vista, a discutere. Durante l’adolescenza, l’individuo si trova a dover fronteggiare una serie di situazioni che lo condurranno in maniera lenta e graduale ad una profonda, ma indispensabile, revisione di alcuni aspetti del sé così come dei legami che aveva instaurato fino a quel momento. L’adolescente dovrà elaborare una serie di “lutti” che gli permetteranno, alla fine di questo lungo cammino, di giungere ad uno sviluppo della personalità sano ed equilibrato. La trattazione di questo tema sarà affrontata tramite una chiave di lettura di tipo psicodinamico. All’interno del primo capitolo verranno analizzate alcune delle fasi fondamentali che caratterizzano questo delicato processo. Verrà sottolineato il ruolo che le dinamiche edipiche hanno durante l’adolescenza e come si verifichi, durante questo periodo, una vera e propria riattivazione delle stesse. Questa parte della trattazione è stata analizzata scegliendo alcuni degli autori che se ne sono occupati. Tra questi S. Freud, il quale sostiene che l’adolescenza sia contrassegnata da un riepilogo delle tematiche edipiche fortemente presenti durante l’infanzia dell’individuo. Tale importante condizione, affinché il processo adolescenziale si esplichi al meglio, è stata presa in analisi anche da Blos, il quale sostiene che la risoluzione dell’Edipo si compie normalmente durante il corso dell’adolescenza. Anche Anna Freud sottolinea l’importanza di un riepilogo delle dinamiche edipiche, ponendo maggiore rilievo su come tale riattivazione porti l’adolescente a mettere in discussione le relazioni d’oggetto create fino a quel momento.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Anny Piepoli Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1325 click dal 22/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.