Skip to content

Prospettive di sviluppo e nuovi assetti organizzativi dell'aeroporto di Ronchi dei Legionari

Informazioni tesi

  Autore: Alessandra Casonato
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: maria Paola Pagnini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

Con il presente lavoro si intende analizzare i grandi mutamenti intervenuti nel settore aeroportuale in seguito all’entrata in vigore della legge 24 dicembre 1993, n. 537, legge con cui è stata disposta la costituzione di società di capitali per la gestione di servizi ed infrastrutture degli aeroporti. In particolare, questa realtà verrà esaminata con riguardo ad un caso specifico, quello dell’aeroporto di Ronchi dei Legionari.
Successivamente si prenderanno in esame le trasformazioni strutturali alle quali il Consorzio per l’Aeroporto vuole giungere con la progettazione di nuove aree adiacenti o interne all’Aeroporto e il miglioramento di quelle esistenti.
Nel 1° capitolo si parlerà di come l’aeroporto giuliano ha avuto origine e si è evoluto, affrontando argomenti quali le tappe fondamentali, le istituzioni intervenute e i finanziamenti necessari alla realizzazione di tale progetto.
Si noterà, in particolare, come Ronchi dei Legionari non sia sempre stata la zona in cui aveva sede l’Aeroporto del F.V.G., presente, nei suoi primissimi anni di attività , nella zona di Merna, presso Gorizia.
Verrà messo in luce l’impegno di molte istituzioni (Amministrazioni provinciali e comunali di Gorizia, Udine e Trieste, Camere di Commercio ed Enti del Turismo etc.) conglobate in un’unica unità per ottenere un risultato ottimale riguardo la realizzazione di un simil progetto.
Infine, sempre nel 1° capitolo, verrà offerta una visione d’insieme dell’andamento del traffico e delle merci “vissuto” dall’Aeroporto giuliano nei suoi anni di attività, partendo dagli albori (1962) per giungere fino ai giorni nostri.
Si passerà così al 2° capitolo, strutturato da un punto di vista normativo, nel quale si potrà riscontrare tutta una serie di norme atte a regolarizzare il settore. Si tratterà, quindi, non solo di norme di carattere nazionale ma anche di direttive comunitarie aventi lo scopo di realizzare quell’integrazione europea, così decantata negli ultimi tempi, anche nel settore dei trasporti aerei.
Proprio in seguito a questa serie di normative, l’Aeroporto di Ronchi dei Legionari, visto il suo carattere geograficamente centrale in un contesto europeo, ha optato per una parallela ristrutturazione interna legata anche all’imminente avvento del Grande Giubileo del 2000.
Di queste trasformazioni si parlerà nel 3° capitolo, nel quale verranno analizzati progetti quali il nuovo terminal passeggeri e merci, la posa in opera di tre pontili telescopici di imbarco/sbarco passeggeri, nei quali far affluire gli stessi costretti, fino ad oggi, a raggiungere l’aeroporto passando attraverso il piazzale d’arrivo dei velivoli rischiando così di trovarsi a dover affrontare qualsiasi condizione climatica.
Un progetto particolarmente importante, sia per la struttura richiesta che per il ruolo che andrà a svolgere è quello che riguarda la realizzazione del “Polo Intermodale”, analizzato come progetto a sé stante nel 4° capitolo (la scelta di dedicargli un proprio spazio è stata portata proprio dalla notevole importanza che si è ritenuta avere).
“Polo Intermodale” è un termine utilizzato per indicare l’interconnessione tra diversi mezzi di trasporto. In questo caso si parlerà di interconnessione fra trasporto aereo, ferroviario e su strada ordinaria. Il progetto tratterà dunque la realizzazione di una linea ferroviaria che colleghi l’aeroporto giuliano con le altre località limitrofe, in modo da agevolare gli spostamenti ai passeggeri che raggiungeranno la nostra regione per via aerea.
L’interconnessione riguarderà non solo il settore passeggeri, ma anche quello delle merci, nel quale entrerà in gioco il nuovo scalo di Cervignano del Friuli che ad esso verrà collegato per realizzare, come si noterà più in dettaglio nel 4° capitolo, una struttura capace di conformarsi alle maggiori già esistenti nel nostro territorio e , soprattutto nel contesto europeo.
L’ultimo capitolo, il 5°, tratterà tutta la parte commerciale legata all’andamento del traffico, includendo in tale locuzione sia il movimento aeromobili, che quello passeggeri e merci.
Tenendo in considerazione la realizzazione della nuova zona cargo, verranno analizzate le quantità di merci importate ed esportate dalla nostra regione considerando, dapprima, le diverse aree del mondo prese in esame come tutt’uno, per poi addentrarsi in ogni singola area e mostrare la rispettiva conformazione economica rappresentata, appunto, dalle quantità di merci esportate ed importate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Con il presente lavoro si intende analizzare i grandi mutamenti intervenuti nel settore aeroportuale in seguito all‟entrata in vigore della legge 24 dicembre 1993, n. 537, legge con cui è stata disposta la costituzione di società di capitali per la gestione di servizi ed infrastrutture degli aeroporti. In particolare, questa realtà verrà esaminata con riguardo ad un caso specifico, quello dell‟aeroporto di Ronchi dei Legionari. Successivamente si prenderanno in esame le trasformazioni strutturali alle quali il Consorzio per l‟Aeroporto vuole giungere con la progettazione di nuove aree adiacenti o interne all‟Aeroporto e il miglioramento di quelle esistenti. Nel 1° capitolo si parlerà di come l‟aeroporto giuliano ha avuto origine e si è evoluto, affrontando argomenti quali le tappe fondamentali, le istituzioni intervenute e i finanziamenti necessari alla realizzazione di tale progetto. Si noterà, in particolare, come Ronchi dei Legionari non sia sempre stata la zona in cui aveva sede l‟Aeroporto del F.V.G., presente, nei suoi primissimi anni di attività , nella zona di Merna, presso Gorizia. Verrà messo in luce l‟impegno di molte istituzioni (Amministrazioni provinciali e comunali di Gorizia, Udine e Trieste, Camere di Commercio ed Enti del Turismo etc.) conglobate in un‟unica unità per ottenere un risultato ottimale riguardo la realizzazione di un simil progetto. Infine, sempre nel 1° capitolo, verrà offerta una visione d‟insieme dell‟andamento del traffico e delle merci “vissuto” dall‟Aeroporto giuliano nei suoi anni di attività, partendo dagli albori (1962) per giungere fino ai giorni nostri. Si passerà così al 2° capitolo, strutturato da un punto di vista normativo, nel quale si potrà riscontrare tutta una serie di norme atte a regolarizzare il settore. Si tratterà, quindi, non solo di norme di carattere nazionale ma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aeromobili
aeroporto
arrivi
aviazione
cargo
charter
collegamenti
deregulation
friuli venezia giulia
handling
liberalizzazione
linee
merci
partenze
passeggeri
polo intermodale
privatizzazione
ronchi dei legionari
scalo
slot
traffico
trieste
voli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi