Skip to content

EU Regulation 'Rome I' as a step forward in the Europeanization of conflict of laws

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Maria Vincenzo De Naro Papa
  Tipo: Tesi di Master
Master in LLM in International Business Law
Anno: 2010
Docente/Relatore: Catharine MacMillan
Istituito da: Queen Mary, University of London
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 49

EC Regulation 593/2008 on the law applicable to contractual obligations (‘Rome I’) entered into force on 17th December 2009, replacing in the Member States of the European Union the 1980 Rome Convention on the same matter. This change is only the most recent step of a long process of Europeanization (or communitarization) of conflicts of laws, which began with the original Treaty of Rome of 1957, had its turning point in the provisions of the Treaty of Amsterdam in 1997 and now shows even further improvements in the Treaty of Lisbon in 2007. This paper aims to explain what objectives are promoted by the European authorities in the enactment of instruments of private international law and to assess whether the provisions of Rome I, in comparison to the previous text of the Rome Convention, are a successful contribution to this process and, thus, an improvement of the judicial cooperation inside the EU.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 CHAPTER 1 The development of the legislative competence of the European Union on measures promoting the harmonization of conflict of laws The analysis of the Regulation Rome I 1 (hereinafter, ‗Rome I‘ or ‗the Regulation‘) needs to be put into the context of the developments occurred in the field of European private international law due to the progressive expansion of judicial cooperation between Member States. An account will be given of the history of this process and its reasons, focusing the attention on the area of PIL concerning choice-of-law rules, as opposed to those regarding jurisdiction, recognition and enforcement of judgments. 1.1 The intergovernment al phase The original EC treaty of Rome of 1957 2 did not provide any direct reference to private international law nor a specific competence of the European Community in this field 3 . Nonetheless, the founding Member States acknowledged the importance of an easier circulation of judgments for the achievement of the Community objectives and, accordingly, they agreed that Member States should enter into negotiations of legal instruments regarding “the simplification of formalities governing the reciprocal recognition and enforcement of judgments of courts or tribunals and of arbitration awards” (Article 220 fourth indent Treaty of Rome 4 ). As a result, the European Community did not have any competence on harmonization or 1 Regulation (EC) 593/2008 of the European Parliament and of the Council of 17 June 2008 on the law applicable to contractual obligations, [2008] OJ L 177/6. 2 Treaty Establishing the European Economic Community, done at Rome on 25 March 1957, 298 UNTS 11 (EC Treaty). 3 Jürgen Basedow, ‗The Communitarization of the Conflict of Laws under the Treaty of Amsterdam‘ (2000) 37 CMLR 687. 4 Later this article was renumbered 293 by the Treaty of Amsterdam and finally repealed by the Treaty of Lisbon, see para 1.3.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

d.i.p.
europeanization
roma i
forum
competence
brussels convention
private international law
jurisdiction
applicable law
lisbon

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi