Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Stima preliminare dei livelli di energia immessi nella magnetosfera ed atmosfera terrestri in diverse epoche da sorgenti di Space Weather

La Terra, come tutti i membri del Sistema Solare, è immersa nell’Eliosfera, la regione di influenza del Sole, caratterizzata dal plasma magnetizzato emesso continuamente dalla stella sotto forma di Vento solare, dalla radiazione elettromagnetica emessa in tutte le bande dello spettro e da sciami di particelle energetiche di origine solare e galattica.
Lo scopo di questo lavoro di tesi consiste nel quantificare tali input fondamentali di energia nella Magnetosfera e, rispettivamente, nell’Esosfera della Terra e la loro evoluzione nel tempo.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Capitolo 1 Immissione di radiazione elettromagnetica nell’Esosfera della Terra 1.1 Componente solare e componente galattica L’atmosfera terrestre riceve continuamente radiazione elettromagnetica da sorgenti di origine solare e galattica, che caratterizzano rispettivamente la componente solare e la componente galattica dell’‖input‖ energetico in atmosfera. La componente dominante è quella solare, essendo il Sole la stella più vicina alla Terra. E’ una componente ad un ampio spettro, la cui interazione con l’atmosfera terrestre influisce sul clima e sulla Biosfera. 1.2 La stella Sole Il Sole è una tipica stella ordinaria della nostra Galassia, che non esibisce particolari proprietà per quanto riguarda massa e luminosità. Tuttavia è di particolare importanza, innanzitutto per la sua vicinanza che la rende una sorgente fondamentale di energia, tale da assicurare le condizioni necessarie alla vita sulla Terra, secondariamente perchè rappresenta un oggetto unico per lo studio dei fenomeni stellari, dal momento che può essere studiata in maggior dettaglio rispetto a tutte le altre stelle molto più lontane; infine perché funge da laboratorio remoto per lo studio del plasma e dei campi magnetici, in condizioni impossibili da riprodurre nei laboratori terrestri. 1.2.1 Proprietà generali Il Sole si è formato più di 4 miliardi e mezzo di anni fa assieme all’intero Sistema Solare, in seguito al collasso gravitazionale di una nube interstellare di idrogeno molecolare. Successivamente il Protosole è diventato una stella quando il suo nucleo ha raggiunto una temperatura sufficientemente alta per innescare i processi di fusione nucleare. Dal punto di vista astrofisica, il Sole è una stella nana gialla, classificata come tipo spettrale G2 e classe spettrale V. Esso si trova infatti attualmente, nel corso della sua evoluzione, nella fase di Sequenza Principale, una fase piuttosto tranquilla della vita di una stella, caratterizzata dal bruciamento dell’Idrogeno nel suo nucleo. I parametri fisici della stella sono: - massa M  di circa 210 30 kg; - raggio del disco visibile R  di circa 6.96  10 8 m; - luminosità L  di 3.8  10 26 W; - età t  di circa 4.6  10 9 anni. La distanza media d T tra Sole e Terra è detta Unità Astronomica (1 UA) e assume il valore di 1.46  10 11 m; il diametro angolare solare medio osservato dalla Terra è dunque pari a 1 920 secondi d’arco, corrispondenti a circa mezzo grado.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Giovanna Jerse Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 475 click dal 24/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.