Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'infermiere e la valutazione dello stato nutrizionale nell'anziano: revisione della letteratura e confronto di due strumenti di assessment

Background: la malnutrizione nell’anziano è un fenomeno diffuso nella realtà ospedaliera e provoca conseguenze clinicamente rilevanti. L’infermiere ha un ruolo importante nella valutazione nutrizionale, poiché può identificare precocemente soggetti malnutriti od a rischio di malnutrizione. In letteratura esistono numerosi strumenti di valutazione dello stato nutrizionale, utilizzabili dall’infermiere.
Scopo: confronto di due strumenti di valutazione dello stato nutrizionale.
Materiali e metodi: strumenti confrontati: Mini Nutritional Assessment (MNA) e Malnutrition Universal Screening Tool (MUST). Quesito di ricerca, determinato con la metodologia P.I.C.O. Utilizzate le banche dati Pubmed e Cinahl nel periodo dal 1999 al 2010. Analizzati principalmente studi di sensibilità, specificità e di coorte, secondo specifici criteri di inclusione ed esclusione.
Risultati: 43 articoli letti integralmente, 14 selezionati per l’analisi critica. L’utilizzo di screening riduce la lunghezza della degenza ospedaliera e la mortalità in quanto, se accuratamente applicati, hanno un buon valore predittivo sull’evoluzione dello stato nutrizionale del soggetto, permettendo di prevenirne le complicanze.
Conclusioni: La letteratura evidenzia che i due strumenti sono accurati e precisi in maniera pressoché sovrapponibile. Qualsiasi strumento si scelga, rimane fondamentale l’accertamento e la valutazione dello stato nutrizionale della persona da parte dell’infermiere.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 RIASSUNTO L‟argomento che si è scelto di trattare in questo elaborato è la malnutrizione nella persona anziana ed il ruolo che l‟infermiere ha nella valutazione dello stato nutrizionale e nell‟identificazione delle persone malnutrite. Dato che questa problematica provoca conseguenze clinicamente rilevanti nel soggetto, quali l‟aumento delle infezioni, l‟insorgenza di lesioni da pressione, l‟aumento della durata della degenza e della mortalità, diventa necessaria una rapida identificazione di chi è malnutrito od a rischio di malnutrizione. In letteratura esistono numerosi strumenti di valutazione nutrizionale utilizzabili dall‟infermiere. In questa trattazione si è deciso di analizzare e confrontare due strumenti di screening nutrizionale, con lo scopo di decidere quale tra i due sia più valido e ragionevolmente utilizzabile dall‟infermiere. Gli strumenti confrontati sono: il Mini Nutritional Assessment ed il Malnutrition Screening Tool. Il primo strumento viene indicato in letteratura come specifico per il soggetto anziano, mentre il secondo, più semplice, rapido e quindi attuabile in un contesto di carico lavorativo elevato, può essere applicato ad ogni tipo di popolazione. Per reperire il materiale di ricerca, sono state utilizzate come banche dati principali Pubmed e Cinahl.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Valentina De Carlo Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11372 click dal 22/02/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.