Skip to content

Tecnologie innovative per il supporto della didattica a distanza

Informazioni tesi

  Autore: Luca Mondini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze dell'Informazione
  Relatore: Gianfranco Prini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

La creazione e la distribuzione di materiale didattico multimediale ed interattivo può rappresentare un potente strumento per l’insegnamento sia a distanza che tradizionale.
In particolare con queste tecnologie si possono risparmiare molti investimenti in infrastrutture e si possono diminuire drasticamente gli spostamenti di docenti e studenti.
L’uso oculato di lezioni multimediali non è solo un modo per risparmiare risorse bensì uno strumento che migliora effettivamente l’efficienza dell’attività didattica.
L’integrazione del materiale audio visivo in un più ampio programma di gestione della conoscenza amplifica notevolmente l’efficacia di tali canali; un sistema di knowledge management permette infatti il riutilizzo e la ridistribuzione del know-how dei singoli docenti, degli studenti e di qualsiasi altra fonte esplicita o implicita.
La tesi, dopo aver caratterizzato in tale ambito il ruolo delle lezioni audiovisive interattive, e averne evidenziato potenzialità e rischi, passa in rassegna tutte le fasi di lavorazione pratica che si devono percorrere per creare e distribuire all’interno dell’università questi materiali.
Vengono perciò analizzate le fasi di codifica di materiale testuale e audio-visivo di origine sia naturale che sintetica con particolare attenzione alle problematiche relative alla ricerca, interazione e protezione del contenuto; successivamente si passa all’analisi delle soluzioni esistenti sul mercato per la distribuzione in rete di tale contenuto.
Nella prima parte ci si è concentrati in particolare su MPEG-4, un nuovo e potentissimo standard ISO che permette di creare materiale audio-visivo caratterizzato da un altissimo grado di interattività e scalabilità del bit-rate (da 10 Kbits/s del sistema cellulare GSM fino ai svariati Mbits/s per le qualità studio).
Il nuovo standard ha oltretutto un sistema per la protezione dei diritti di proprietà intellettuali che risulta molto importante per proteggere da copie illegali gli investimenti in materiale didattico. Altri standard analizzati meno in dettaglio sono XML, MathML, SMIL, MPEG-1, MPEG-2, ITU-T H.263-H.261, MPEG-7, XML-RDF, VRML 97, MIDI 2.
Per la distribuzione del materiale in rete è stata operata un’ampia analisi degli esistenti protocolli a vario livello che possiedono caratteristiche, quali la gestione di flussi real-time e del QoS, utili alla realizzazione di applicazioni client/server per la fruizione di contenuti multi e ipermediali. Alcuni fra i protocolli analizzati sono IPv4, IPv6, RTP-RTCP, RSVP, SDP, MPEG-4 DMIF, RTSP molti dei quali vengono utilizzati in M-Bone. Per quanto riguarda i livelli più bassi vengono introdotte due tecnologie emergenti strettamente legate tra loro: ATM e X-DSL.
Infine ci si è soffermati sulle problematiche di multicasting. Questo modello è l’unico che, su reti IP, permette di adeguarsi ad un bacino di utenza ampio come quello di un grande ateneo (pensiamo cosa accadrebbe se anche solo trenta studenti richiedessero in unicast una lezione multimediale contemporaneamente… né un basso bit-rate del flusso multimediale né tanto meno una riserva elevata di banda eviterebbero una congestione della rete).
Successivamente sono stati vagliati diversi tools per la codifica e la distribuzione di materiale su internet. I più completi e soprattutto accessibili si sono rivelati quelli prodotti da Microsoft nella sua suite Windows Media Tecnologies 4.0. L’insieme di strumenti consta di un encoder MPEG-4 versione 2 e di componenti server adatti alla distribuzione unicast e multicast denominati Windows Media Server. Il pacchetto permette la connessione di isole multicasting non raccordabili con routers multicasting attraverso l’incapsulamento unicast dei flussi.
Con l’ausilio di queste tecnologie sono state realizzate simulazioni di trasmissione multicast.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione La creazione e la distribuzione di materiale didattico multimediale ed interattivo può rappresentare un potente strumento per l’insegnamento sia a distanza che tradizionale. In particolare con queste tecnologie si possono risparmiare molti investimenti in edilizia e si possono diminuire drasticamente gli spostamenti di docenti e studenti. L’uso oculato di lezioni multimediali non è solo un modo per risparmiare risorse bensì uno strumento che migliora effettivamente l’efficienza dell’attività didattica. L’integrazione del materiale audio visivo in un più ampio programma di gestione della conoscenza amplifica notevolmente l’efficacia di tali canali; un sistema di knowledge management permette infatti il riutilizzo e la ridistribuzione del know-how dei singoli docenti, degli studenti e di qualsiasi altra fonte esplicita o implicita. La tesi, dopo aver caratterizzato in tale ambito il ruolo delle lezioni audiovisive interattive, e averne evidenziato potenzialità e rischi, passa in rassegna tutte le fasi tecniche di realizzazione che si devono percorrere per creare e distribuire all’interno dell’università questi materiali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

knowledge management
teledidattica
didattica multimediale
e-learning
insegnamento a distanza
videoconferenze

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi