Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Statistica ed epidemiologia

Questa ricerca vuole essere un approfondimento della tesi trattante l'analisi del grado di disabilità dei pazienti ricoverati presso il reparto di riabilitazione funzionale dell'ospedale di Vicenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 STATISTICA ED EPIDEMIOLOGIA L'epidemiologia è il metodo più semplice e diretto di studiare le cause di malattia negli esseri umani e molti contributi importanti sono stati portati da studi che non hanno richiesto niente più della capacità di contare, di pensare in modo logico e di avere un'idea originale. La salute e la malattia non sono distribuite a caso tra gli esseri umani Nel Dizionario di Epidemiologia Last definisce l’epidemiologia nei termini seguenti: L'epidemiologia può essere definita come studio della distribuzione e dei determinanti di condizioni ed eventi legati alla salute in popolazioni specifiche e applicazione di tale studio al controllo dei problemi di salute. Il termine “studio” include sorveglianza, osservazione, verifica delle ipotesi, ricerca analitica ed esperimento. Il termine “distribuzione” fa riferimento all’analisi delle persone affette in relazione a tempo, luogo e condizioni. I “determinanti” sono tutti i fattori fisici, biologici, sociali, culturali e comportamentali che influenzano la salute. Il termine “condizioni ed eventi legati alla salute” include malattie, cause di morte, comportamenti come uso di tabacco, reazioni ad azioni di prevenzione, disponibilità e uso di servizi sanitari. “Popolazioni specifiche” sono quelle con caratteristiche identificabili e numeri definiti con precisione. Il temine “applicazione…al controllo…” rende esplicito lo scopo dell’epidemiologia: promuovere, proteggere, ripristinare la salute. Obiettivi dell’epidemiologia 1.valutare lo stato di salute di una popolazione; 2.valutare se gli esposti a un determinante abbiano una probabilità di malattia differente rispetto ai non esposti; 3.valutare l’efficacia di un intervento preventivo o terapeutico.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Stefano Santi Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1322 click dal 07/04/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.