Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La sindrome di down e il metodo Feuerstein

La mia tesi tratta della sindrome di Down e di un particolare metodo per lo sviluppo dell'intelligenza. Nella prima parte, infatti, analizzo in generale le caratteristiche della sindrome e dell'intelligenza, facendo un riferimento al ritardo mentale. Nella seconda parte discuto della modificabilità cognitiva, principio di base del metodo sopra citato. Infine nell'ultimo capitolo tratto nello specifico del metodo Feuerstein.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Quest'anno ho avuto la possibilità di effettuare un'appagante e gratificante percorso di tirocinio e, in seguito, di volontariato, presso il CEPIM. Il CEPIM è un'associazione di volontariato fondata e guidata da genitori di persone con sindrome di Down che opera dal 1979 a Torino. Ha per scopo il sostegno delle famiglie nel loro difficile compito educativo e il miglioramento della qualità della vita dei loro figli. Grazie all'inserimento in questa associazione mi sono avvicinata al mondo della sindrome di Down; prima avevo avuto poche occasioni di stare a contatto con ragazzi Down e ricordo che i sentimenti provati in quelle rare volte erano di imbarazzo, inadeguatezza e disagio, sentimenti che ammetto si sono ripresentati le prime volte in cui mi sono trovata al CEPIM. Fortunatamente è stato proprio qui che mi si è aperto un Mondo fantastico e inaspettato, è stato qui che ho capito che un bambino Down è un bimbo come tutti gli altri, che sorride, piange, gorgheggia, impara a leggere, parlare e camminare, percorrendo le stesse tappe di sviluppo degli altri bambini, solo con tempi più lunghi. Infatti, come ho potuto osservare, se il bambino Down viene opportunamente stimolato con pazienza e intelligenza, potrà raggiungere un discreto sviluppo intellettivo, che nella maggioranza dei casi, permetterà un buono inserimento sociale. Potrà essere un bambino oggi e un adulto domani, con pari dignità di qualsiasi altro, perché in primo luogo sarà amato e accettato, e quindi sarà in grado di costruirsi i suoi legami con la società, all'interno di un rapporto di fiducia e considerazione reciproca. Sopratutto potrà essere un ragazzo come tutti gli altri, con le sue passioni, i suoi hobby, i suo pregi, i suoi difetti, i suoi amori e le sue amicizie. Per quanto riguarda il mio percorso di tirocinio all'interno del CEPIM, ho potuto partecipare a diversi laboratori, in particolare uno, che si occupava della modificabilità cognitiva attraverso il Metodo Feuerstein. Seguivo due gruppi diversi di ragazzi, di età compresa tra i 12 e i 21/22 anni circa, con qualche eccezione per dei ragazzi più grandi, per così dire più “esperti” del Metodo, che fungevano da aiutanti per i più piccoli. Ricordo di essere rimasta fin da subito colpita e affascinata da questo metodo che ha per obiettivo l'accrescimento delle funzioni dell'apprendimento, partendo dall'idea che

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Fabrizia Grasso Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6073 click dal 29/03/2011.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.