Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mercato internazionale e domestico dell'M&A

Il lavoro si propone di analizzare l’andamento del mercato internazionale delle operazioni di fusione e di acquisizione.
L’elaborato presenta una prima parte introduttiva relativa alle nozioni giuridico - economiche delle operazioni di Merger and Acquisition (M&A), che vuole dare un inquadramento teorico al tema in questione. I primi capitoli, pertanto, costituiscono l’ossatura dell’intero lavoro, gettando le basi dottrinali alla successiva attività di ricerca e di analisi dei dati di mercato. Per ogni singola operazione d’investimento e disinvestimento si è esaminato il profilo giuridico e fiscale, la valutazione dei costi e dei benefici, le principali motivazioni, nonché le forme previste dall’ordinamento italiano. La sezione teorica e concettuale si conclude con l’analisi del fenomeno fin dalle sue origini, la quale cerca di comprendere i legami tra l’evoluzione dell’ambiente esterno e le risposte strategiche conseguentemente adottate dalle imprese.
L’attenzione, poi, è trasferita sull’analisi dei dati di mercato delle suddette operazioni di finanza straordinaria. Partendo dall’esame del mercato internazionale delle operazioni di M&A nel 2009, si è osservata la situazione dell’Europa occidentale per, infine, focalizzarsi sui primi nove mesi del 2010 del mercato italiano.
È emerso uno scenario globale negativo, dove la crisi finanziaria del 2008 ha giocato un ruolo rilevante. Nel 2009, infatti, si sono osservate circa 64.600 transazioni, per un valore complessivo di oltre 3.580 miliardi di dollari, in diminuzione rispetto al 2008, caratterizzato da 66.000 investimenti (-2.3%) per un valore di 4.220 miliardi di dollari (-15%). Sulla scia del mercato internazionale, in Europa occidentale nel terzo trimestre del 2010 si sono registrati circa 2.924 investimenti per un valore totale di oltre 112 miliardi di Euro, in riduzione del 36% e 25% rispetto allo stesso trimestre del 2009, contrassegnato da 4.560 investimenti per un valore di 150 miliardi di Euro. La situazione negativa permane nel mercato italiano dell’M&A, dove, nei primi nove mesi del 2010, si sono concluse solamente 42 operazioni, per appena 4,6 miliardi di Euro.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 14 - 3 Le operazioni di Investimento Come accennato nel capitolo introduttivo, le operazioni di finanza straordinaria possono essere distinte a seconda che si tratti di operazioni che comportano una crescita dell’impresa e operazioni che invece determinano una riduzione della dimensione d’imp resa. Nel primo caso si tratta di operazioni che comportano un impiego di risorse, ossia un investimento, mentre le seconde rappresentano un realizzo di risorse, e quindi un disinvestimento. 3.1 Le Fusioni 3.1.1 Definizioni La fusione, definita come l’operazione di unificazione di due o più società in una sola, viene effettuata per dar vita ad una concentrazione di imprese, al fine di aumentare la competitività sul mercato, oppure per effettuare un’operazione di riorganizzazione interna ad un gruppo e per conseguire benefici fiscali, compensando gli utili di una società con le perdite di un’altra 4 . 4 Cfr. www.borsaitaliana.it • Fusioni ed Acquisizioni (M&A) Operazioni di Investimento (Capitolo 3) • Cessioni di società e/o di rami di azienda, scissioni di società, e scorpori di rami d'azienda Operazioni di Disinvestimento (Capitolo 4)

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Maugeri Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4034 click dal 04/03/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.