Skip to content

Produzione di biogas da biomassa animale e vegetale: ipotesi di realizzazione di un impianto nella regione Marche

Informazioni tesi

  Autore: Marco Giobbi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Ancona
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: giovanni riva
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 130

Valutazione della possibilità di avviare attività agro energetiche incentrate sulla produzione di biogas in una definita realtà zootecnica della Regione Marche:
- Produzione di biogas fondata sul recupero della biomassa disponibile e residuale volta all’integrazione del reddito aziendale;
- Produzione di biogas fondata sul recupero della biomassa disponibile e residuale volta all’integrazione del reddito aziendale;
- Determinazione dei costi di realizzazione e di gestione dell’impianto attraverso indagine di mercato tra le maggiori case costruttrici;
- Determinazione dei ricavi ottenibili dalla vendita di energia elettrica al gestore della rete come previsto nel collegato fiscale della Finanziaria 2008;
- Definizione dei parametri economici di confronto per valutare la convenienza o meno dell’investimento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. INTRODUZIONE 1.1 Problematiche ambientali inerenti allo smaltimento degli effluenti di allevamento nei suoli agricoli Negli ultimi decenni lo sviluppo degli allevamenti zootecnici intensivi ha modificato il consolidato rapporto fra alimenti prodotti, animali allevati e deiezioni escrete. Le deiezioni animali sono così passate da unica fonte primaria di elementi nutritivi per le piante coltivate a materiale di scarso valore di cui disfarsene con il più basso costo e con la minore manodopera possibile. Al fine di rendere la gestione degli allevamenti sempre più meccanizzabile, si è passati dalla gestione di materiale palabile (letame ottenuto con paglia) alla gestione delle deiezioni in forma fluida senza più aggiunte, o quasi, di materiali da lettiera. Prevalendo il concetto di smaltimento a quello di concimazione organica, fortemente indotto da esigenze economiche, si è giunti a situazioni di gestione non appropriate dove gli effluenti sono scaricati in acque superficiali o distribuiti nel terreno a dosi molto elevate. La salvaguardia dell’ambiente nella valorizzazione agronomica degli effluenti rappresenta un aspetto molto importante che ha prodotto direttive comunitarie al fine di regolamentarne la distribuzione e quindi fissare dei limiti temporali, spaziali e di concentrazione. I danni all’ambiente che i reflui possono causare, se non vengono smaltiti correttamente, sono relativi a: • all’aria (emissione di cattivi odori e di ammoniaca …); • al suolo (accumulo nel terreno di elementi minerali poco solubili, metalli pesanti e fosforo); • all’acqua superficiale e di falda (rilascio di elementi solubili in eccesso, in particolare di nitrati, con possibile compromissione della potabilità); Il punto più critico dell'utilizzo agronomico dei liquami resta la perdita di elementi nutritivi, con conseguente possibile inquinamento delle riserve idriche del sottosuolo. Strettamente legati a questo si inseriscono i concetti di inquinamento puntuale e diffuso: i problemi di inquinamento puntuale sono causati quasi esclusivamente da reflui che

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi