Skip to content

Definizioni e caratteristiche delle diverse dimensioni della personalità: tipi diurni e tipi notturni

Informazioni tesi

  Autore: Simona Casula
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Mauro Meleddu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

Ognuno di noi ha un suo particolare modo di vedere la realtà, di reagire agli stimoli, di pensare, provare emozioni, porsi obiettivi e finalità… in una parola, possiede una sua specifica “personalità”.
Conoscere il nucleo della propria individualità, ciò che, pur nella condivisione dei tratti comuni della natura umana, ci rende assolutamente unici e diversi da qualsiasi altra persona, è stata sempre una delle aspirazioni fondamentali dell’uomo. A tale bisogno ha cercato di rispondere la psicologia della personalità e delle differenze individuali.
Già dagli inizi del secolo le differenti personalità erano oggetto di studio e si differenziavano, in base agli stili di vita, i tipi del mattino e i tipi della sera. Attualmente la tipologia circadiana, cioè essere un tipo del mattino (mattutino) o della sera (serotino), è considerata in ambito cronobiologico che cronopsicologico, tra le più importanti fonti di differenze individuali. Numerosi i parametri fisiologici e psicologici studiati.
In base ai ritmi di attività-riposo gli individui possono essere distinti in diversi livelli cronotipici: mattutini, intermedi e serotini. La differenziazione cronotipica, all'interno di questo continuum, si stabilisce su diversi stili di vita. I mattutini preferiscono, per svolgere a pieno attività fisiche e mentali, la mattina. All'opposto i serotini preferiscono la sera. La tipologia intermedia non esibisce una chiara preferenza per la prima o la seconda parte della giornata. Gli aspetti che distinguono maggiormente la tipologia circadiana sono l’ora del giorno di massima efficienza cognitiva e fisica e, tendenzialmente, l’ora del risveglio quando l’individuo non deve rispettare obblighi sociali.
Per quanto riguarda le relazioni tra la dimensione diurna-notturna e i tratti di personalità si evince che i tipi diurni, detti anche “allodole”, sono in genere persone ordinate, diligenti, precise, laboriose e scrupolose; per contro i tipi notturni, detti anche “gufi”, sono dotati di maggiore anticonformismo, originalità, apertura alle novità e all’esperienza.
Le importanti differenze comportamentali osservate tra i livelli cronotipici estremi ha indotto i ricercatori a cercare spiegazioni non soltanto in ambito biologico. Il seguente lavoro fornirà una rassegna di dati relativi alle differenze individuali come il sesso, l’età, la performance cognitiva, la tipologia circadiana, l’introversione-estroversione ed altre ancora che sono state oggetto di studi negli ultimi trent’anni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I Dalla Cronobiologia alla Cronopsicologia 1.1. Cronobiologia La cronobiologia (dal greco kronos, tempo, "studio dei tempi biologici") è la scienza che studia il bioritmo, cioè le fluttuazioni periodiche di funzioni e parametri biologici degli organismi viventi. Il tempo rappresenta una dimensione essenziale negli esseri viventi, il tempo biologico è sia lineare (tempo cronologico) che ciclico (tempo periodico). La cronobiologia prende in considerazione gli eventi biologici e ciclici, o periodici, che si ripetono con diverse frequenze e che vengono quindi definiti ritmi biologici. L‟attività ritmica è fondamentale per gli esseri viventi; un organismo, cosi come tutte le sue componenti, non funziona costantemente, ma presenta oscillazioni qualitative e quantitative nei suoi processi biologici. L‟esistenza di ritmi biologici è una caratteristica peculiare di tutti gli organismi viventi da quelli unicellulari a1l‟uomo e sono presenti a tutti i livelli di organizzazione: dall‟organismo, ai tessuti, alle cellule e alle strutture subcellulari. I termini correlati cronomica e cronoma sono stati utilizzati in alcuni casi per descrivere sia i meccanismi molecolari coinvolti nei fenomeni cronobiologici o gli aspetti più quantitativi della cronobiologia, particolarmente quando è necessario confrontare i cicli di diversi organismi. Tra i ritmi biologici più studiati, in quanto giocano un ruolo fondamentale nelle funzioni degli esseri viventi, vi sono quelli con periodicità di circa 24 ore, definiti ritmi circadiani (circa dies: quasi un giorno). Tali ritmi sono di estrema importanza in quanto consentono all‟organismo di sincronizzarsi e reagire ai cambiamenti ambientali. Gli studi cronobiologici trovano ausilio in diverse discipline come anatomia comparata, fisiologia, genetica, biologia molecolare ed etologia degli individui. Le variazioni dei tempi e della durata dell'attività biologica negli organismi viventi si verifica per molti processi biologici essenziali. Ciò si verifica negli animali (il mangiare, dormire, l‟accoppiamento, l‟ibernazione, la migrazione, la rigenerazione cellulare, ecc...) e nelle piante (movimenti delle foglie, reazioni fotosintetiche, ecc…).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

allodole
cronobiologia
cronopsicologia
differenze di personalità
gufi
personalità
ritmi circadiani
tipo diurno
tipo notturno

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi