Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I procedimenti di formazione dell'accordo

La tesi tratta delle varie modalità attreverso le quali si giunge alla formazione di un contratto, con particolare attenzione, oltre alle tipologie disciplinate nel Codice Civile, anche a quelle relative alla conclusione dell'accordo telematico e nell'ambito del commercio sovranazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO LA FORMAZIONE DELL’ACCORDO TRA AUTONOMIA PRIVATA E DISCIPLINA LEGISLATIVA INDEROGABILE 1.Il contratto: nozione legislativa e spinte uniformatrici. La transizione verso la società moderna si contraddistingue per il passaggio da rapporti di status 1 , incentrati su dipendenze da uomo a uomo “statiche”, prestabilite dall’ordine sociale e difficilmente modificabili, a relazioni definite per contratto, limitate nel tempo e garantite dalla libertà degli individui anziché dalla loro soggezione. L’evoluzione socio-giuridica conduce quindi “dallo status al contratto” 2 . Quest’ultimo occupa una posizione di assoluta centralità nel diritto civile moderno. Esso è istituto cardine dell’attività economica del privato in regime di autonomia 3 , “strumento per lo scambio dei servizi e dei beni su cui si basa la produzione, il mezzo giuridico per la concessione del credito necessario all’incremento della produzione, è in definitiva l’espressione dell’iniziativa privata da cui 1 In diritto si definisce “status” (o stato giuridico) la posizione di un soggetto rispetto ad un determinato gruppo sociale, che può essere l'intera collettività o una cerchia minore, dalla quale derivano determinate situazioni giuridiche soggettive. Ne consegue che lo status non è di per sé una situazione giuridica soggettiva ma una qualità giuridica, da cui può scaturire l'attribuzione di situazioni giuridiche soggettive (ad esempio, dallo status di cittadino derivano il diritto di voto e l'obbligo di prestare servizio militare): A. Torrente, Manuale di diritto privato, Milano, 1995, p.58. 2 H.J.Summer Maine, Dallo “status” al contratto, in S. Rodotà, Il diritto privato nella società moderna, Bologna, 1971, p.211ss. Secondo Henry Summer Maine il diritto delle società tradizionali si baserebbe sugli status, mentre invece in quelle moderne elemento centrale dei rapporti tra i consociati sarebbe il contratto. Questo perché nelle società tradizionali la persona assume rilievo non nella sua individualità ma in quanto membro di un determinato gruppo, che può essere un ceto, una casta, un clan o una famiglia: in tali casi è l’appartenenza al gruppo che determina i reciproci diritti e doveri, i quali perciò sono statici. Nelle società moderne, invece, le persone vengono in risalto in quanto individui e i contratti, dalle stesse liberamente conclusi, hanno poco a poco sostituito lo status quale fonte di diritti e doveri. 3 G.Benedetti, Il diritto comune dei contratti e degli atti unilaterali tra vivi a contenuto patrimoniale, Napoli, 1997, p.124.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Fabio Marini Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 922 click dal 01/03/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.