Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di un client Android per la segnalazione di pericoli stradali al server NetLAMPS

La sicurezza stradale è una tematica che coinvolge trasversalmente tutti i cittadini, in particolar modo l'esigenza di essere informati quanto più possibile sulle condizioni del traffico, sulla praticabilità della rete stradale per quanto concerne la chiarezza della segnaletica sia essa orizzontale o verticale, la qualità dell'asfalto, la presenza di ostacoli; sulla topologia dell'ambiente circostante e la presenza di sistemi di rilevamento infrazioni automatici o mediante posti di blocco, è quotidianamente percepita da ogni utente della strada più o meno consapevolmente.
Viene analizzato uno studio effettuato da due enti autorevoli dal quale sono estrapolati i dati in termini di valori assoluti e percentuali delle principali cause di incidenti stradali tra le quali vengono citate la cattiva condizione del manto stradale e la presenza di ostacoli imprevisti; emerge dunque il contesto di una problematica concreta cui determinate tecnologie possono tentare di porre rimedio.
Il web 2.0 ha cambiato la concezione di utilizzo della Rete rendendola una realtà collaborativa in cui comuntà di utenti perseguono scopi ben precisi; parallelamente il mercato degli smartphone ha segnato un aumento della connessione in mobilità e lo sviluppo di applicazioni strettamente basate su sistemi informativi geografici per la catalogazione di oggetti recanti attributi descrittivi e associati a coordinate di locazione; nella fattispecie vengono elencate comunità già esistenti ed attive che segnalano punti di interesse stradali, informazioni sul traffico, ecc.
La maggior parte delle applicazioni utilizzate dalle comunità poste in esame non danno la possibilità di esaminare il loro comportamento effettivo in tema di trattamento delle informazioni sulla posizione geografica degli utenti e su eventuali altri dati acquisiti. L'applicazione frutto di questa tesi quale segnalatore per il progetto NetLAMPS si propone come alternativa trasparente alle realtà già esistenti e vuole offrire all'utilizzatore libero accesso al codice sorgente che ne determina il comportamento per fugare ogni legittimo dubbio sulla natura dei dati raccolti e sulla loro effettiva destinazione. A questo proposito si è scelto il sistema operativo Android in virtù delle politiche non restrittive per la pubblicazione di applicazioni a codice aperto nondimeno per il fatto di essere esso stesso un progetto Open Source coerentemente con l'ambito di ricerca del laboratorio che ha ospitato la tesi. Viene dunque offerta una panoramica sulle caratteristiche di Android incentrata sull'architettura che lo compone e sulla struttura delle sue applicazioni.
I successivi due capitoli entrano nel merito delle specifiche alle quali l'applicazione sviluppata in questa sede dovrà attenersi ovvero permettere all'utente di rilevare un'immagine dell'anomalia stradale indicando personalmente la natura del pericolo segnalato e delegando la raccolta delle restanti informazioni ambientali (data e luogo) interamente ai sensori del dispositivo; viene offerta la possibilità sia di archiviare la segnalazione su memoria di massa nel caso mancasse la connessione Internet e di mandarla in un secondo momento insieme alle altre eventualmente salvate, sia di mandarla immediatamente tramite mail pre compilata .L'obiettivo è rendere quanto più possibile agevole, immediata e automatica l'esperienza di invio della segnalazione dell'anomalia al resto della comunità.
La presenza di segnalazioni attive generate dall'applicazione documentata in questa tesi hanno confermato l'efficacia dei primi test di utilizzo sul campo che hanno fatto emergere comunque dei punti di debolezza per quanto concerne i controlli sulla ricezione del segnale di posizione geografica. La presenza di comunità con scopi affini a NetLAMPS pone le basi per uno studio su una possibile interoperabilità e compatibilità tra segnalazioni di piattaforme diverse oltre al fatto che per completezza il client potrebbe essere esteso offrendo all'utente la possibiltà di scaricare e aggiornare i punti di interesse generati dalla comunità e di visualizzarli tramite mappa interna all'applicazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione La tesi che andrò ad esporre tratta della problematica dei pericoli stradali in relazione alle soluzioni fornite dalla tecnologia, da Internet e dalle realtà sociali per far fronte all'esigenza di informare e tutelare i cittadini nella loro esperienza quotidiana di utenti della strada parallelamente all a diffusione di cellulari di terza e quarta generazione, al fenomeno di applicazioni appositamente sviluppate per smartphone destinate alla più diversificata gamma di utilizzo e strettamente basate sulla connettività mobile che stanno definendo intervalli di tempo sempre meno distanti in cui l'utente si connette e interagisce con la Rete, in particolar modo per ottenere informazioni utili e servizi basati sulla propria posizione geografica. Inizialmente sarà introdotta la problematica della sicurezza stradale in termini generali partendo da numeri concreti forniti da un recente studio effettuato da due organi autorevoli in tema di mobilità e indagini statistiche per poi approfondire l'ambito delle comunità spontanee di cittadini che si riuniscono per rispondere ad esigenze specifiche e di come specialmente nell'era del Web 2.0 Internet sia un catalizzatore del volume sia in termini di partecipanti che di dati generati in queste realtà; successivamente si aprirà una finestra sulle comunità già esistenti ed attive, le tecnologie e i software utilizzati. La rassegna si focalizzerà sul progetto NetLAMPS quale sistema di monitoraggio dei pericoli stradali, introducendone gli scopi e offrendo una panoramica sull'architettura che lo compone; analizzando in particolar modo l'a rea del contributo degli utenti e di come Android, un sistema operativo open source per dispositivi mobile, fornisca una valida ed attuale piattaforma di sviluppo per un'applicazione che funga da segnalatore al servizio della comunità. Seguono dapprima le premesse che hanno posto le basi per lo sviluppo dell'applicazione e sulle successive scelte in merito alle caratteristiche proprie del segnalatore e alle tematiche di usabilità da parte dell'utente che precedono la documentazione tecnica fornita nel capitolo successivo. In ultima analisi si sono stese le impressioni e i resoconti derivati dalle prime esperienze di utilizzo dell'applicazione, benché chiudano l'argomento di questa tesi l'intento è che siano un ulteriore punto di partenza per successivi miglioramenti e innovazioni in termini di funzionalità, robustezza, codifica nonché spunti per altri casi di studio; non da ultimo la speranza è che lo sviluppatore che si stia confrontando con necessità simili a questo progetto possa trovare utile spunto ed aiuto dalla documentazione fornita. Andrea Fabris Milano, gennaio 2011 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Andrea Fabris Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3130 click dal 08/03/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.