Skip to content

La fase della valutazione nei policy studies

Informazioni tesi

  Autore: Maria Francesca Rubanu
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Amministrazione Governo e Sviluppo Locale
  Relatore: fulvio venturino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

Negli corso degli ultimi anni, possiamo dire, che la policy evalutation sta ormai diventando una tecnica molto diffusa, infatti vi sono anche dei casi in cui la valutazione viene addirittura prescritta per legge in determinati campi.

Nonostante ciò però, sia in Italia che nel resto dell’Europa, il vero e proprio decollo della pratica di valutazione non è ancora avvenuto e la causa principale di tale mancato avviamento è individuato nel rapporto passivo che si instaura tra i professionisti della valutazione e i vertici istituzionali.

I soggetti valutatori, infatti, lamentano la scarsa tendenza culturale della classe dirigente a farsi valutare e analizzare. I politici e i dirigenti, invece, ritengono che l’orgoglio dei professionisti non deve essere lodato, cioè i soggetti valutatori non meritano troppa considerazione.

Sinteticamente, le principali cause della lenta diffusione della valutazione sono la mancata strategia di penetrazione culturale e di socializzazione. Possiamo dire che nei paesi della Comunità Europea gli organismi specifici che si occupano della valutazione sono ancora pochi, di cui, a questo riguardo, si può ricordare il Comitato Nazionale di Valutazione delle Università, istituito in Francia.

Inoltre, affinché la valutazione incontri meno difficoltà possibili è necessario che tra gli organismi di valutazione e gli organismi decisionali vi sia una netta separazione, in modo tale che i primi svolgano il loro ruolo con spirito critico e basino il loro lavoro sulla funzione valutativa; che colui che valuta possieda una capacità pluri-disciplinare, e che l’informazione sia molto chiara, in modo tale che consenta l’accesso alle fonti necessarie. Inoltre è fondamentale che gli organi di valutazione siano tanti in modo da poter garantire la competizione fra esperti, e l’uso dei loro apporti nelle diverse contrattazioni che precedono la decisione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO PRIMO Le politiche pubbliche: concetti e strumenti di analisi. 1.1 I policy studies in scienza politica: teorie e modelli. La politica è, da secoli, oggetto di interesse e di riflessione di numerosi filosofi, storici e studiosi. Tale interesse è comprensibile, vista e considerata l’importanza che la politica riveste nella vita degli uomini. Ad essa, infatti, possiamo attribuire la realizzazione di una serie di attività che comportano cambiamenti, positivi o negativi, sia nell’ambito politico che in quello culturale, sociale ed economico delle nostre società. Quindi, in maniera molto sintetica, la politica può essere definita come «l’insieme delle attività, svolte da uno o più soggetti individuali o collettivi, caratterizzate da comando, potere e conflitto, ma anche da partecipazione, cooperazione e consenso, inerenti al funzionamento della collettività umana alla quale compete la responsabilità primaria del controllo della violenza e della distribuzione al suo interno di costi e benefici, materiali e non» (Cotta, Della Porta, Morlino, 2001, p.29). La politica è, quindi, una sfera dell’agire umano, dalla quale si possono scindere tre dimensioni. La prima è quella che va sotto il nome di politics. Con il termine politics ci riferiamo allo studio del potere, considerato come l’attitudine ad intervenire e influire sulle scelte fatte dagli individui (Cotta, Della Porta, Morlino 2001). In linea generale, questo termine è utilizzato per designare tutti quei fenomeni, tra cui lotta per il potere, competizione tra patiti politici, gruppi di pressione e persone in genere, che vengono posti in essere, da uno o più individui, al fine di influenzare la collettività e di rivestire funzioni di notevole rilevanza in seno ad un dato paese (Mèny, Thoenig 2003). Questa è la prima faccia della politica, all’interno della quale tutto ruota intorno al potere, riconosciuto come fattore principale della vita politica ed elemento su cui si basa l’agire dei politici di professione. La seconda faccia, invece, concentra la propria attenzione su tutti quei fenomeni che sono legati alla definizione della comunità politica e alle relative strutture e processi di mantenimento e cambiamento che avvengono all’interno della stessa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi