Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'informazione isituzionale e pubblica per i giovani. Gli sviluppi nei new media.

Tra sociologia e comunicazione pubblica, tra mass media e tecnologia, il giovane.
Il rapporto tra i giovani e l’informazione è il focus di studio e di eventuali prossime ricerche. La metodologia guida per la redazione del testo è costituita dall’analisi di ricerche, contributi di studiosi, saggi e testi cardine della materia trattata. In chiave analitica ed interpretativa si è cercato di dare al testo aspetti innovativi che potrebbero dare adito a nuove spunti di riflessione.
L’elaborato è suddiviso in tre capitoli, nel primo dei quali si è inquadrata l’informazione prima sotto un punto di vista normativo e poi in riferimento al rapporto con i giovani. Ampio spazio si è dato alla realtà giovanile e ai consumi culturali, per poi focalizzarsi sulle strutture informative dedite all’utenza giovanile, in primis gli Informagiovani e la loro dislocazione sul territorio. Nell’ultima parte di questo primo capitolo si è trattato anche il gap generazionale tra il giovane e l’adulto ed i rapporti interpersonali tra i giovani stessi. Alcune delle fonti a cui si è fatto riferimento sono: Roidi, V., (2003), Diritto dell’Informazione, Esselibri; Bauman, Z., (2006), Modernità Liquida, Laterza; Castells, M., (2008), La nascita della società in rete, Università Bocconi; Galimberti, U., (2007), L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani, Feltrinelli.
Nel secondo capitolo si è dato molto spazio alle fonti di informazione: come s’informano i giovani, da quali media attingono conoscenza, in che modo e perché. Le nuove diete mediatiche giovanili interessano buona parte del capitolo, ma gli studi sono stati dedicati anche all’operato della pubblica amministrazione per i giovani utenti e all’informazione in rete. Ciò è stato possibile grazie ai rapporti Censis sulla comunicazione, anno 2008 e 2009, al testo di Marta Consolini, Progettare un servizio di informazione, e ad ulteriori testi di approfondimento.
Nel terzo ed ultimo capitolo il sistema mediatico è stato protagonista. Studiosi dell’ultimo secolo hanno fatto da guidato per la relazione sulla convergenza digitale e sulla rimediazione. Ricerche sui giovani hanno completato il lavoro di tesi. Qui ci si é avvalsi del testo di Henry Jenkins, Cultura Convergente, e delle ricerche di Natale Ammaturo ed Elena Buccoliero sui consumi mediatici giovanili.
Il testo offre, inoltre, una panoramica generale sugli sviluppi dell’informazione per i giovani all’interno nei new media.

Mostra/Nascondi contenuto.
I giovani L’informazione Il caos informativo Le nuove diete mediatiche L’informazione in rete La comunicazione contratta La televisione e i mezzi a stampa Il giovane spettatore Attivismo e partecipazione Cultura Convergente Il giovane protagonista La rimediazione Metamorfosi del sistema mediatico Consumi culturali, desideri e bisogni informativi L’informazione viaggia su binari inediti. Il giovane è “digitalizzato”, nomade e disincantato. Percorso concettuale

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Raffaella Verolino Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 977 click dal 30/03/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.