Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Formazione dello stato passivo fallimentare

Diritto fallimentare post riforma - Formazione dello stato passivo fallimentare

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO 1 IL FALLIMENTO: CENNI 1. IL FALLIMENTO ED I SUOI PRESUPPOSTI Il fallimento è un processo esecutivo avente lo scopo del soddisfacimento coattivo delle ragioni dei creditori, posti in posizione di parità reciproca, mediante la liquidazione del patrimonio dell’impresa commerciale insolvente. La procedura fallimentare trae origine dall’esistenza di alcuni necessari presupposti per il fallimento. Affinché si abbia la dichiarazione di fallimento occorre l’iniziativa da parte di determinati soggetti. A seguito di questa iniziativa, il Tribunale, ove l’imprenditore ha la sede principale dell’impresa, può pronunciare la sentenza dichiarativa di fallimento. Essa dà formalmente inizio alla procedura, al cui svolgimento sono preposti alcuni organi speciali, dotati di ampi poteri, che formano l’Ufficio fallimentare: gli Organi fallimentari.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore Cusi Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1592 click dal 14/04/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.