Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il carattere nazionale dell'arte russa: il pensiero del popolo russo espresso attraverso l'opera di Kramskoj

La tesi è incentrata sulla vita e sull'opera di Ivan Kramskoj, pittore russo che nel 1863 si impegnò per rivoluzionare l'arte attaccando l'Accademia di San Pietroburgo, troppo oggettiva e classica e formando nel 1870 il gruppo degli "Ambulanti", di cui fu il principale esponente. Uomo sensibile e onesto, credeva che "solo una proposta in chiave sociale potesse dare a un artista la forza e moltiplicare il suo potere...". Fu uno dei principali ritrattisti russi della sua epoca e dipinse anche opere religiose di grande serietà. La più famosa è Cristo nel deserto (1872, Galleria Tret'jakov, Mosca), della quale Tolstoj disse: "È il miglior Cristo che conosco". Lo stile di Kramskoj è chiaro e acutamente messo a fuoco; forse questo riflette il fatto che era stato ritoccatore fotografico in gioventù. Egli divenne un eroe e padre intellettuale di una generazione di pittori russi, della quale faceva parte Repin, che lo definiva "un uomo forte".

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE KRAMSKOJ : L’ARTE L‘inizio dell‘attività di Kramskoj riguarda gli anni 60 del XIX secolo: è un periodo in cui la Russia vede il primo sviluppo della borghesia e, conseguentemente, di avanzate lotte sociali da parte delle truppe popolari. Ciò si riflette in tutti gli aspetti del vivere russo, dopo le riforme apportate dallo zar a favore dei feudatari. Manifesta negli stati d‘animo della massa popolare, questa lotta viene condotta da intellettuali di estrazione modesta, tra i quali il nostro artista. La sua vocazione artistica risiede proprio nel rappresentare le immagini e nel 1857 entra nell‘Accademia degli artisti per apprendere la grande arte del passato. Ci sono pervenuti alcuni articoli e una vasta corrispondenza di Kramskoj con artisti, scrittori, critici, in cui l‘arte rappresenta l‘argomento principale di queste lettere. Una considerevole quantità della corrispondenza è formata dalle lettere del pittore a P.M. Tretjakov, fondatore della galleria nazionale dell‘arte russa. Egli è il primo pittore ad aiutare Tretjakov in questa grande impresa: le sue lettere lo orientano nella scelta dei quadri per la sua galleria, secondo gli obiettivi e le caratteristiche dell‘opera degli artisti russi. Inoltre, particolare attenzione merita una parte della corrispondenza dedicata alle lettere destinate ai redattori giornalistici A.N.Aleksandrov e a A.S. Suvorin. Spinto da un appassionato desiderio di facilitare la pubblicazione delle sue idee sull‘arte ma completamente disinteressato ad ottenere fama, Kramskoj dona a questi uomini il suo pensiero, riassume la sua opera creativa in un modello, mantiene la tendenza democratica dell‘arte propagandistica con fervore, un‘arte diretta al servizio

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Alessandra Giuliani Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 822 click dal 30/03/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.