Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamismi di accrescimento e sensitività climatica in due fustaie di cerro dell’Alto Molise

La presente tesi comprende:
• una breve descrizione ecologico-selvicolturale del cerro in Italia centro-meridionale;
• un breve inquadramento dell’assetto forestale della Comunità Montana Alto Molise;
• un’analisi della dinamica di accrescimento del cerro nelle fustaie di San Leo e Selva di Castiglione attraverso le cronologie di ampiezze anulari;
• un’analisi delle serie cronologiche di superficie anulare per entrambe le stazioni che ha consentito di interpretare più efficacemente il vero trend di crescita, depurato dall’effetto dell’età crescente, in funzione degli interventi selvicolturali e di possibili altre perturbazioni;
• un’analisi dendroclimatologica con analisi di correlazione per verificare l’effetto dei fattori termo-pluviometrici sull’accrescimento radiale di ciascun individuo nelle due stazioni e del cerro in generale, in modo da evidenziare eventuali differenze di risposta in funzione di caratteristiche dendrometrico-strutturali ed alla posizione sociale occupata all’interno del popolamento.
Questo lavoro conclude la ricerca sul cerro molisano e costituisce un ulteriore contributo alla conoscenza dell’ecologia della specie nell’Italia centro-meridionale, utile per mettere in atto una gestione forestale multifunzionale e durevole.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 2 AREA DI STUDIO 2.1 Localizzazione geografica La Comunità Montana dell’Alto Molise è costituita da 12 comuni ed ha una superficie di 42.032 ha, con una copertura forestale superiore al 50%. Il comprensorio, in gran parte montuoso, è localizzato nella parte più interna dell’Appennino centro-meridionale al confine con le province di Chieti e L’Aquila (Figura 2.1); l’altitudine è compresa tra 350 e 1.746 m s.l.m.. Le poche zone pianeggianti si collocano solamente in corrispondenza delle vallate dei fiumi Trigno e Sangro. Nella parte alta della Comunità Montana i confini coincidono con quelli regionali, seguendo il corso del fiume Sangro al limite Nord-Ovest e il torrente Sente (affluente del Trigno) al limite Est, mentre i confini meridionali coincidono semplicemente con quelli comunali. Il territorio è suddiviso in due versanti idrografici; uno gravita verso il fiume Trigno e l’altro verso la vallata del fiume Sangro. La zona montana molisana non forma una sezione appenninica a sé stante ma si tratta della continuazione della parte meridionale dall’Appennino abruzzese. (AA.VV., 2005) Figura 2.1 - Localizzazione della Comunità Montana Alto Molise e del comune di Carovilli in cui si trovano i boschi di Selva di Castiglione e San Leo.

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Marco Bizzarri Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 316 click dal 24/03/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.