Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il pensiero socialista liberale di Carlo Rosselli fra tradizione politico-culturale italiana e modello laburista inglese (1921-1930)

Argomento della tesi è lo sviluppo del pensiero socialista liberale di Carlo Rosselli nel periodo che va dal 1921, anno della tesi di laurea sul sindacalismo, al 1930, anno della pubblicazione in Francia della sua unica opera organica "Socialismo liberale". La tesi è strutturata in 3 capitoli: il primo riguarda la biografia di Carlo Rosselli e il quadro storico all'interno del quale si esplica la sua azione politica; il secondo concerne le influenze sul suo pensiero della tradizione politico-culturale italiana (Croce, Mondolfo, Salvemini, De Ruggiero); nel terzo viene argomentata l'influenza del mazzinianismo e della cultura laburista inglese, nonché il riferimento al Labour Party.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. Carlo Rosselli: la vita, l'azione politica e il quadro storico 1.1 La tradizione familiare e l'ambiente fiorentino A short memorable life 1 , una vita breve e memorabile: questi sono gli aggettivi emblematici che utilizza Nadia Urbinati per definire l'esistenza di Carlo Rosselli. Carlo Rosselli nacque a Roma il 16 novembre 1899, fratello del primogenito Aldo, classe '95, e di Nello, nato a distanza di un solo anno, nel 1900. L'ambiente familiare altoborghese era fortemente intriso dei valori patriottici del Risorgimento. Per quanto riguarda il ramo paterno, i Rosselli appartenevano alla nobiltà sefardita della comunità ebraica livornese, una delle più numerose d'Europa; il padre di Carlo, Giuseppe, detto Joe, tra i suoi antenati poteva vantare numerosi personaggi vicini all'ambiente mazziniano, a cominciare da sua nonna Sara Nathan Levi, amica di Mazzini al tempo dell'esilio londinese del patriota. 2 Oltre a lei, personaggi degni di nota erano stati Ernesto Nathan, uno degli undici figli di Sara, a cui Mazzini aveva affidato la 1 Nadia Urbinati, Introduction: another socialism, in Liberalsocialism, edited by Nadia Urbinati, translated by William McCuaig, Princeton, Princeton University Press, 1994, p. XIII. 2 Giuseppe Fiori, Casa Rosselli, Einaudi, Torino 1999, p. 3.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Davide Monaco Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 854 click dal 26/04/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.