Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Società e consumo nel testo Ikea

Tesi nata da una ricerca sperimentale on field con l'obiettivo di valutare la coerenza interna del testo Ikea e la sua armonizzazione con i trend socio-culturali in atto nella società. Ciò ha implicato una valutazione della comunicazione e dell'immagine dell'azienda, dal tipo di percorso all'interno del p.v. alla carta intestata (fatta con carte di alghe di Venezia). Un'analisi basata sull'osservazione diretta e sull'utilizzo di diversi strumenti di analisi semiotica.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1°: COMPLESSITA’ SOCIALE L’obiettivo principale di questo capitolo è tratteggiare le caratteristiche strutturali e le principali tendenze in atto nella società contemporanea. Questo nella volontà di fornire un’adeguata rappresentazione delle dinamiche del post-moderno e dei correlati percorsi delle identità individuali e collettive, nell’ottica di una maggiore leggibilità e comprensibilità della società in cui viviamo. Una riflessione che, vista la vastità dell’oggetto, non potrà avere i crismi della completezza, ma che auspica di poter essere un buon supporto in relazione allo sviluppo dell’ipotesi proposta, all’interno di un percorso che ci permetta di valutare le interazioni in atto nel sistema complesso preso in considerazione, costituito dalla società, dall’individuo, dal consumo e dal testo “letto”, l’Ikea. Probabilmente il modo più semplice e al contempo riduttivo per definire la nostra società è “post”; un termine sicuramente capace di evidenziare la percezione di un profondo cambiamento, quasi rivoluzionario, rispetto al passato, ma altrettanto debole nell’illuminare le dinamiche in atto. Un passato contraddistinto da figure e concetti lineari, con una società moderna, tradizionale e industriale, geometricamente rappresentabile attraverso una piramide. Il superamento di questa visione delle cose, riconducibile alla metà degli anni sessanta, è contraddistinto dalla crisi generalizzata del paradigma deterministico-causale e dall’avvento di un nuovo attore sulla scena sociale, il soggetto, con le sue variabili “soggettive” legate agli atteggiamenti, alle aspettative, alle strutture di preferenza, alla coscienza. Fenomeni, quest’ultimi’ che in passato venivano sistematicamente ricondotti a fattori riguardanti la struttura economica della società; “l’azione dei movimenti e le strategie dei gruppi sociali venivano dedotti dalla collocazione nella divisione del lavoro, nella stratificazione dei redditi, nel rapporto di produzione. Queste erano le variabili indipendenti e centrali nella

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Carlo Rodomonti Contatta »

Composta da 486 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3468 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.