Skip to content

L’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia. Il caso campano.

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Popoli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni e istituzioni dell'Asia e dell'Africa
  Relatore: Anna Liguori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

L’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia. Il caso campano.

Il presente lavoro nasce dall’esigenza di approfondire uno degli aspetti meno investigati, e tuttavia cruciale, del diritto d’asilo: l’accoglienza e l’integrazione dei richiedenti asilo e dei rifugiati negli Stati membri dell’Unione europea.
In particolare, nel primo capitolo verrà ricostruita la cornice giuridica in materia di asilo attraverso l’esame dei principali atti normativi adottati nell’ambito dell’Unione europea.
Nel secondo capitolo, l’attenzione si soffermerà sull’attuale disciplina italiana in materia di protezione internazionale come modificata attraverso la trasposizione degli atti adottati dall’UE.
Nel terzo capitolo, infine, verrà analizzata la realtà campana e, in particolare, napoletana. Dopo aver ricostruito il quadro normativo regionale applicabile con riguardo ai rifugiati e ai richiedenti asilo, verrà data voce alle associazioni e agli operatori che lavorano a stretto contatto con i rifugiati e i richiedenti asilo presenti sul territorio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Non c’è più grande dolore al mondo della perdita della terra natìa. Euripide, 431 a.C. Le migrazioni caratterizzano la storia dell‟umanità. Sin dalle origini le persone hanno deciso di spostarsi per diversi motivi 1 : in taluni casi per ragioni economiche, nella speranza di migliorare il proprio tenore di vita e garantire alle proprie famiglie delle opportunità migliori; in altri, per sfuggire alle persecuzioni ed alle guerre e cercare asilo altrove. Sin dall‟antichità, è esistita una tradizionale forma di accoglienza e di ospitalità nei confronti di queste ultime categorie, che ha assunto col tempo connotati diversi. L‟istituto dell‟asilo ha, dunque, radici molto profonde ed antiche. Nella tradizione greco- romana, l‟asilo si sviluppa come nozione di “luogo sacro o santuario inviolabile in cui veniva assicurata l‟immunità a chiunque vi si fosse rifugiato” 2 ; in effetti, il sostantivo greco “ásylon” (    ), composto dalla particella privativa “a” e dal verbo “syláo” (catturare, violentare, devastare), indica letteralmente “ciò a cui non può essere fatta violenza” 3 ; parimenti, il sostantivo latino “asylum” designa ancora più specificamente un luogo inviolabile, un rifugio 4 . Ne deriva che, in quell‟epoca, il singolo individuo non era titolare di un diritto soggettivo all‟asilo ma, piuttosto, godeva di una protezione in conseguenza del riconoscimento dell‟inviolabilità sacrale di un tempio o di un altro luogo di culto 5 . A partire dal IV secolo si sviluppa l‟asilo canonico che, pur condividendo con quello greco- romano il fondamento religioso, si differenzia enormemente nelle ragioni che vi sottendono, dal 1 Sulle ragioni che originano i movimenti migratori, si vedano, per esempio: S. SASSEN, Migranti, coloni, rifugiati: dall'emigrazione di massa alla fortezza Europa, Milano, Feltrinelli, 1999, pp. 13 - 18; L. SAPORITO, Per un diritto europeo dell’immigrazione, Torino, Giappichelli, 2008, pp. 68 - 72; A. M. BIRINIDELLI, Analysis of integration: changes and continuity, in Studi Emigrazione, n. 152/2003, pp. 697 - 699. 2 B. NASCIMBENE, Asilo e statuto di rifugiato, relazione tenuta al Convegno annuale 2009 dell‟Associazione Italiana dei Costituzionalisti - Lo statuto costituzionale del non cittadino, Cagliari, 16-17 ottobre 2009, p. 2, reperibile al sito www.costituzioalisti.it; S. MASIELLO, Punti di fuga: prospettive sociologiche sul diritto di asilo e i rifugiati in Italia, Napoli, Liguori, 2007, p. 9. 3 L. ROCCI, Vocabolario Greco - Italiano, Roma, Società Editrice Dante Alighieri, 1998. 4 L. CASTIGLIONI, S. MARIOTTI, Vocabolario della Lingua Latina, Milano, Loescher editore, 1990. 5 F. GRAZIANI, Antichi e nuovi rifugiati nel diritto internazionale contemporaneo, Napoli, Editoriale Scientifica, 2006, pp. 95 - 96; G. CORDINI, Il diritto di asilo nelle Costituzioni contemporanee e nell’ordinamento dell’Unione Europea, in D. CASTELLANO (a cura di), Il diritto di asilo in Europa: problemi e prospettive, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2008, p. 51.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi