Skip to content

Il project financing negli enti locali

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Pascuzzo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Ferdinando Pinto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173

La seguente tesi di laurea in giurisprudenza approfondisce l'argomento del Project financing, ovvero della tecnica di finanziamento cui sovente ricorrono molte amministrazioni pubbliche nel corso di appalti di lavori pubblici.
L'analisi parte da una generale panoramica sulle origini dell'istituto, dalle applicazioni nel mondo anglosassone nel '500-'600 fino alla consolidata prassi dei commerci internazionali. Gli accordi GATT e l'organizzazione WTO assieme alla descrizione del diritto del commercio mondiale fanno da cornice per il progressivo inserimento della finanza di progetto - allora ancora allo stadio primordiale di Partenariato - nell'ambito dei lavori pubblici. Esempi topici come l'Eurotunnel sotto la Manica e numerose reti ferroviraie europee.
Viene successivamente preso in considerazione il dualismo fra appalto e concessione, la fattispecie contrattuale fra pubblico e privato, i risvolti dell'appalto dell'utilizzo del P.F.
La finalità di cassa di molti enti locali, spesso in situazione di stallo finanziario se non proprio di dissesto, spinge sempre più a finanziare un lavoro o servizio pubblico con capitali privati; banche, società finanzarie ecc. fanno da protagonisti del fenomeno.
Il promotore, la PA coinvolta e tutti i soggetti principali sono descritti singolarmente. La società veicolo o società di progetto è analizzata nel suo ruolo di garante del flusso di cassa - cash flow - con cui un soggetto erogatore del finanziamento si garantisce un tornaconto economico.
Infine è dedicato ampio spazio alla giurisprudenza amministrativa circa le modifiche avvenute negli anni 2006-2008 al Codice dei contratti pubblici, alla normativa comunitaria e nazionale, alla fattispecie mista o multicontrattuale dell'istituto del p.f.
Casi cocreti italiani in chiusura del lavoro sono passati in rassegna nell'ultimo capitolo, partendo dal caso del ponte di Messina fino ad alcune grandi opere come il Mose a Venezia e le reti metropolitane di trasporti di Roma e Milano, la portualità in Campania ecc.
Tutto per dimostrare le reali potenzialità della finanza di progetto e del partenariato pubblico-privato nel contesto di una situazione di crisi economica come quella attuale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo 1 Introduzione al project financing : le origini dell’istituto SOMMARIO : 1. Le radici storiche del project financing e l‟esperienza anglosassone. 2. La prassi del commercio internazionale. 2.1. Il mercato internazionale e la globalizzazione. 2.2. La Lex mercatoria e i principi Unidroit. 2.3. La W.t.o. e gli accordi commerciali relativi. 1. Le radici storiche del project financing e l’esperienza anglosassone La formula “project financing” indica un fenomeno le cui origini risalgono ai sistemi giuridici di “common law” e, dunque, all‟area britannica e, solo successivamente, all‟intero Commonwealth. Fu infatti con l‟intensificarsi dei commerci fra la Corona britannica ed il resto delle colonie che le varie pratiche, fra cui quella in esame, si estesero al resto dei Paesi che tuttora hanno un sistema di diritto di stampo anglosassone 1 . Attraverso la prassi del commercio internazionale il fenomeno si sarebbe poi allargato agli ordinamenti di civil law. 1 La forma più antica di project financing risale al 1299 quando la Corona inglese negoziò una forma di prestito con i Frescobaldi per sviluppare una miniera d’argento nel Devon. Il prestito accordava al finanziatore il diritto di controllare le operazioni della miniera per un anno. Anche le spedizioni commerciali nel XVII e XVIII secolo furono finanziate sulla base del progetto: gli investitori fornivano i fondi alle Compagnie delle Indie Olandesi o Britannica per i viaggi che esse effettuavano in Asia ed erano ripagati tramite la liquidazione del carico di merci secondo la loro quota di partecipazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi