Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cause e conseguenze della crisi economica irlandese

Il lavoro parte da un breve riepilogo dei fatti salienti nella storia economica recente dell'Irlanda per arrivare a capire le cause dell'incredibile sviluppo economico del Paese e del successivo crollo. Vengono in seguito analizzati gli effetti sull'economia irlandese e internazionale, le manovre di salvataggio effettuate ed infine le previsioni sul futuro dell'economia.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione e principali conclusioni Negli ultimi anni diverse crisi economiche, favorite anche dalla crisi globale, hanno colpito molti Paesi nel mondo. L‟Irlanda è stata uno di questi. L‟obiettivo di questo lavoro è cercare di analizzare le cause che hanno portato l‟Irlanda – che fino a due anni fa aveva il secondo reddito pro-capite dell‟Unione Europea – a fare fronte al secondo deficit più elevato dopo la Grecia, anch‟essa colpita dalla crisi in tempi recenti. L‟Irlanda è risultata anche la prima economia ad entrare in recessione nel 2008 ed è l‟ultima che ne uscirà: le stime più recenti prevedono tale uscita solo dopo il 2011. Essendo il fatto molto recente, il principale metodo di analisi utilizzato è stato quello della ricerca on-line, principalmente su siti di organi istituzionali che hanno avuto un ruolo importante nell‟affrontare la crisi e nel cercare di trovare delle soluzioni efficaci per risolverla: in primis il governo irlandese, ma anche la Banca Centrale Europea, il Fondo Monetario Internazionale e le analisi macro-economiche elaborate dalla Federal Reserve statunitense. Per capire appieno le origini della crisi irlandese, però, è stato necessario analizzare in primo luogo la fase precedente a questa: quella della crescita. Nel primo capitolo, quindi, viene illustrato il recente sviluppo economico dell‟Irlanda dagli anni ‟70 al 2000: dalla prima espansione economica degli anni ‟70, passando per la prima vera crisi intorno al 1986 fino ad arrivare agli anni della grande crescita, quelli della “Tigre Celtica”, dal „94 fino al 2000. Degli anni 2000 è stato in particolare osservato il boom edilizio, in quanto questo fenomeno è risultato fondamentale nello sviluppo della recente crisi, e gli effetti che questo ha avuto su tutta l‟economia. Nel secondo capitolo è descritto il legame tra lo scoppio della bolla immobiliare e l‟inizio della crisi economica. Dopo aver analizzato lo sviluppo della bolla immobiliare e il suo successivo scoppio, ne sono stati descritti gli effetti sia sull‟economia irlandese sia su quella internazionale. Nel terzo e ultimo capitolo sono infine illustrate le principale manovre di salvataggio attuate da Irlanda ed Unione Europea: viene analizzato il piano di austerity varato dal governo irlandese, il contestuale piano di salvataggio UE e si propone un

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Piana Contatta »

Composta da 33 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4080 click dal 13/04/2011.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.