Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Localizzazione ottimale di impianti per lo smaltimento degli RSU

La tesi consiste nella costruzione di un modello per la localizzazione sul territorio di impianti a tecnologia complessa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Per la risoluzione del problema è stato costruito un algoritmo euristico ad hoc applicato poi al caso particolare dell'intera regione Lombardia.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Considerando che in Italia attualmente ogni abitante produce circa 1,2 Kg di rifiuti al giorno è facile immaginare la mole di rifiuti da cui siamo circondati e l’importanza che in tale situazione assume un efficiente sistema di gestione e trattamento degli stessi. Una fase fondamentale del processo di gestione dello smaltimento dei rifiuti, risiede nella pianificazione degli impianti sul territorio: è necessario infatti posizionare tali impianti cercando di minimizzare gli impatti ambientali e contemporaneamente i costi associati al trasporto dei rifiuti dalla sede di produzione a quella di smaltimento e quelli associati invece alla costruzione degli impianti veri e propri. Fino a qualche anno fa, la scarsa sensibilità nei confronti di tematiche di carattere ambientale ha portato a concepire il rifiuto solo come oggetto o materia da eliminare. Oggi, si punta molto sull’integrazione delle diverse forme di smaltimento attraverso il cosiddetto sistema di gestione integrato il quale tende a rivalutare il ruolo del rifiuto nelle diverse tecnologie e a sottolineare l’importanza del recupero delle materie prime. In quest’ottica un ruolo importante è quello rivestito dalla tecnologia della termocombustione (con recupero di energia) che lavora proprio in virtù dei concetti di risparmio di materie prime, sviluppo ambientalmente compatibile, sviluppo sostenibile in perfetta sintonia con quanto richiesto dalla normativa. Il nostro studio si concentrerà sui problemi di localizzazione connessi con questo tipo di impianto, per fare questo abbiamo costruito un modello che è stato applicato alla regione Lombardia. Il modello risolve contemporaneamente due problemi distinti: la determinazione di distretti territoriali (chiamati anche comprensori) ovvero di aggregazioni, non casuali, di comuni lombardi entro cui tali comuni devono smaltire i propri rifiuti e la vera e propria localizzazione di impianti di trattamento dei rifiuti in tali comprensori a partire da considerazioni di carattere economico, sociale, ambientale.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Salima Poli Contatta »

Composta da 264 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2551 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.