Skip to content

Data visualization. Metamorfosi dei dati tra software e siti di visualizzazione

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppina Attianese
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Comunicazione d'impresa e pubblica
  Relatore: Guelfo Tozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

Negli ultimi anni, in virtù delle innovazioni tecnologiche nonché per una rinnovata attenzione nei confronti delle discipline statistico-economiche legate alla ricerca sociale, il trattamento dei dati ha subito notevoli cambiamenti. Cambiamenti relativi non solo a tutte le fondamentali fasi di raccolta, analisi e gestione dei dati, ma soprattutto riguardanti le fasi finali del processo di Data Management.
Si riscontra un inedito impegno nel considerare le modalità di presentazione dei dati non più come mero atto finale di un processo, ma come step assolutamente cruciale per veicolare e trasmettere la conoscenza analizzata.
Non a caso, il presente lavoro mira ad analizzare, senza alcuna pretesa di completezza, alcune delle più importanti opportunità che l’utente, più o meno esperto, ha a propria disposizione per comunicare mediante tecniche di visualizzazione e rappresentazione delle informazioni. Si cercherà, inoltre, di valutare l’impatto visivo che tali modalità grafiche hanno sulla percezione del lettore, confrontando anche diversi e svariati campi di applicazione.
La consapevolezza che il dato grezzo, isolato, in sé risulta essere poco o per nulla informativo e che in molti casi, possa addirittura nascondere relazioni e nessi tra gli stessi dati e tra le variabili analizzate, ha di certo contribuito negli ultimi anni a considerare il processo di gestione dei dati un elemento cardine per la ricerca sociale, per qualsiasi analisi economico-statistica e per i processi decisionali negli ambiti più svariati. Il dato grezzo, dopo la fase di raccolta, deve essere necessariamente analizzato e sottoposto ad ulteriori elaborazioni statistiche per poter essere così inserito in un contesto di costante rimando e confronto con altri dati. Unicamente con una simile prassi si può cogliere il cuore informativo del dato che, opportunamente integrato con altri dati, consente un’analisi esaustiva e completa della casistica considerata e permette di comunicare ciò che realmente il dato esprime.
Il DAMA consiste in un insieme integrato di discipline, che consentono la gestione del dato come variabile dotata di valore, come merce preziosa ed applicazioni che mirano allo sviluppo, all’esecuzione e alla supervisione di piani, politiche e programmi che controllano, esprimono e aumentano il valore degli stessi dati e degli assets informativi . Solo a conclusione di quello che possiamo definire il ciclo di vita dei dati, intendendo proprio il passaggio dal dato grezzo all’informatività dello stesso, al concetto di DAMA possiamo affiancare la nozione di Knowledge Management.
Solo quando i dati vengono analizzati e codificati, in virtù dello specifico metodo statistico prescelto, si giunge ad un output di sintesi dei risultati ottenuti che, oltre ad essere espresso da valori numerici, può essere presentato mediante rappresentazioni grafiche, assolutamente preziose per l’interpretazione degli stessi dati e per l’accesso alla conoscenza che questi veicolano.
Di certo l’informazione da veicolare costituisce l’elemento cardine di qualsiasi atto comunicativo. La qualità, la coerenza e la pertinenza del dato, i processi e le condizioni che hanno portato alla definizione dello stesso rappresentano i fattori ed i requisiti fondamentali del processo comunicativo.
E’ pur vero che il modo in cui la conoscenza viene veicolata, sia oralmente che per iscritto, e nel nostro contesto di studio mediante supporti grafici, gioca un ulteriore ed importante ruolo sia in termini di accessibilità che in termini di attrattività dell’informazione.
Il nucleo informativo sempre più spesso si circonda di una veste “blasonata” che, oltre ad avere obiettivi di sintesi e di rappresentazione, cerca di attirare l’attenzione dell’utente, coinvolgendolo maggiormente nel processo di comprensione ed interpretazione della conoscenza. Che si creda o meno, l’abito fa il monaco.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
13 Capitolo 1 Usabilità di una visualizzazione. Le importanti e numerose innovazioni delineatesi recentemente soprattutto per quanto concerne le fasi ed i processi di presentazione e rappresentazione dei dati, portano a poter parlare di una vera e propria metamorfosi grafica della conoscenza. Una trasformazione che costituisce l’atto finale di un processo di innovazione che unisce:  la necessità di migliorare e diminuire i tempi di accesso e comprensione delle informazioni veicolate, soprattutto in relazione ai dati conclusivi di una ricerca statistico-economica;  la volontà di aumentare l’attrattività e la memorabilità delle informazioni sfruttando il potere evocativo e sintetico delle immagini;  il bisogno di gestire il problema del trasferimento della conoscenza da un’entità all’altra. Al di là dei supporti utilizzati per veicolare e trasmettere la conoscenza, il riferimento è alle difficoltà che si manifestano nell’ambito di un atto comunicativo tra due o più individui in presenza di una comunicazione asimmetrica. Il più delle volte, infatti, emittente e ricevente non solo non conoscono gli obiettivi comunicativi del proprio interlocutore, ma, soprattutto, possono disporre di livelli di conoscenza diversi, appartenere a contesti socio-culturali differenti, non condividere in toto i codici comunicativi di riferimento. Questi ed altri fattori hanno un forte impatto negativo sulle possibilità di accesso ed interpretazione delle stesse informazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

data visualization
dati
diagrammi concettuali
format visuali
george michael
knowledge animation
knowledge visualization
many eyes
metamorfosi dei dati
ontopia
presentare dati di ricerca
presentazione dati
siti di visualizzazione
sketch euristici
software di visualizzazione
swivel
tavola periodica
trasmettere l'informazione
vvvv
vvvv in musica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi