Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le operazioni di Leveraged Buyout: un caso aziendale

Il Leveraged Buyout è una particolare tecnica di acquisizione di aziende, di origine anglosassone, grazie alla quale è possibile perseguire obiettivi di semplificazione organizzativa della struttura societaria che permetta il conseguimento di migliori livelli di competitività, una migliore allocazione delle risorse produttive e un rapido ripianamento delle posizioni debitorie.
L’espressione Leveraged Buyout ha un particolare significato etimologico: il termine leverage, che indica il rapporto d’indebitamento, viene usato in Italia facendo ricorso al concetto di leva finanziaria per indicare che, laddove esiste un divario positivo tra rendimento lordo dei mezzi investiti e il costo del denaro, economicamente all’impresa conviene accrescere, nella propria struttura finanziaria, il peso dell’indebitamento; il termine buyout fa riferimento al soggetto che pone in essere un’operazione di “rilevazione dall’interno”.
L’operazione di Leveraged Buyout costituisce uno schema di acquisizione in cui, per iniziativa di alcuni operatori, una società da questi controllata acquista una partecipazione (generalmente di controllo) in un’altra società detta target, pagando il relativo corrispettivo in parte attraverso finanziamenti attinti presso soggetti terzi, quali istituti di credito e/o società finanziarie specializzate. Tali finanziamenti saranno ripagati attraverso i flussi di cassa generati dalla stessa target o dai proventi derivanti dalla vendita degli assets aziendali.
L’operazione di Leveraged Buyout può avere ad oggetto il pacchetto azionario della società target oppure direttamente la sua azienda o una sua divisione strategica.
Nel primo caso si parla di Cash Merger ed è la tipologia più praticata in Italia; la versione dell’operazione in cui i soggetti promotori hanno l’obiettivo di acquisire asset dell’azienda che ritengono strategici per la sua attività viene detta "tecnica di Oppenheimer" oppure Asset for cash e non prevede, alla fine, anche una fusione tra Newco e Target.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La creazione di valore è il fine ultimo di ogni organizzazione aziendale: esso viene distribuito tra tutti gli stakeholders, ossia tutti i soggetti interessati al proseguimento della vita dell’impresa, che abbiano rapporti con essa di tipo finanziario e non. Gli obiettivi di crescita possono essere raggiunti implementando operazioni di varia natura e tra queste ricoprono particolare importanza le Operazioni di Finanza Straordinaria che includono anche le c.d. operazioni di Merger & Acquisition, ossia tutte le operazioni che portano alla fusione di due o più società. Tali operazioni rientrano tra quelle oggetto dell’operato delle merchant bank che comprendono anche il private equity ed il venture capital e le operazioni di Leveraged Buyout. Il Leveraged Buyout è l’argomento di trattazione del presente elaborato che, in cinque capitoli, analizza questa particolare tecnica di acquisizione di aziende, di origine anglosassone, grazie alla quale è possibile perseguire obiettivi di semplificazione organizzativa della struttura societaria che permetta il conseguimento di migliori livelli di competitività, una migliore allocazione delle risorse produttive e un rapido ripianamento delle posizioni debitorie.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Rita Troise Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3354 click dal 22/04/2011.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.