Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modello di Schedulazione a Capacità Finita mediante approccio simulativo: analisi di scenario al variare dei parametri di ottimizzazione

Obiettivo della tesi è stata l’applicazione e la validazione dell’approccio simulation-based optimization all’attività di scheduling a capacità finita attraverso numerose sperimentazioni al variare dei parametri di ottimizzazione.
Gli strumenti utilizzati a tal proposito sono stati Arena come software di simulazione ad eventi discreti e OptQuest come motore di ottimizzazione.
Il processo produttivo che è stato simulato è un tipico esempio di assemblaggio manuale in linea tra più stazioni disposte in serie per la realizzazione di gruppi elettrogeni.
Sono stati analizzati due scenari di ottimizzazione:
• Minimizzazione dei costi unitari di produzione
• Massimizzazione del profitto totale
La variabile di controllo testata in entrambi gli scenari di ottimizzazione è la matrice Xjt data dal quantitativo di prodotti j da lanciare in produzione nell’orizzonte temporale di riferimento t.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE L’attuale contesto ambientale in cui si trovano ad operare le imprese è caratterizzato da una forte competitività ed instabilità; le esigenze e le aspettative dei clienti sono sempre più elevate in termini di qualità, costi e tempi di consegna. Questa evoluzione è divenuta ancora più forte in seguito al rapido sviluppo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione offrendo un collegamento diretto tra le aziende (business to business) e tra le imprese ed i loro clienti (business to client). In questo tipo di contesto il comportamento dell’impresa si costruisce su due dimensioni: - una dimensione tecnologica, il cui scopo è quello di sviluppare le prestazioni intrinseche dei prodotti commercializzati al fine di soddisfare i requisiti di qualità e di basso costo di proprietà di tali prodotti. L’innovazione tecnologica gioca un ruolo importante e può essere un elemento di differenziazione per lo sviluppo del mercato e la penetrazione. A tal riguardo, si deve constatare che la rapida crescita tecnologica dei prodotti e la personalizzazione dei requisiti di questi prodotti dal mercato, spesso portano le aziende ad abbandonare la produzione di massa e a concentrarsi su piccole e medie dimensioni di produzione o anche su richiesta di fabbricazione. Tutto ciò richiede sistemi di produzione flessibili e progressivi in grado di adattarsi alle esigenze ed ai bisogni del mercato in modo rapido ed efficiente; - una dimensione organizzativa destinata allo sviluppo delle prestazioni in termini di tempo ciclo di produzione, rispetto delle date di consegna previste, gestione delle scorte, gestione dei processi, adattamento e reattività alle variazioni degli ordini commerciali. Questa dimensione gioca un ruolo importante in quanto i mercati sono sempre più in

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Simona Lucà Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1041 click dal 15/04/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.