Skip to content

La fiera della nautica da diporto e progetto dei padiglioni espositivi presso il parco del porticciolo di Sant'Erasmo C-shell. Padiglione espositivo temporaneo.

Informazioni tesi

  Autore: Caterina Salamone
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Giuseppe De Giovanni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

Il tema progettuale prende spunto da queste considerazioni e dalla nuova politica di rinnovamento, trasformazione, riqualificazione e ottimizzazione chiaramente espressa dal PRP.
In esso gli interventi sono numerosi e diversificati; vengono individuate delle aree destinate ad accogliere strutture e servizi per lo svolgimento della nautica da diporto. Aree quali: il porto della Cala, l’Arenella, l’Acquasanta e Sant’Erasmo.
La tesi tratta dunque di una fiera nautica nella quale si sono curati l’area, adibita a parco, che deve accogliere alcuni padiglioni espositivi ed i padiglioni stessi, progettati fino alla fase esecutiva. Tra i diversi siti definiti dalle previsioni del PRP, si è scelto di operare sul porticciolo di Sant’Erasmo. Esso difatti ha una posizione privilegiata sulla costa palermitana, per la bellezza panoramica del posto e per l’immediata vicinanza con il centro storico.
Inoltre il porto è caratterizzato dalla vicinanza sia della vasta area verde del Foro Italico, sia dalla foce, ad oggi in forte degrado, del fiume Oreto, sul quale si è proposto e progettato in un passato recente. Sono quindi numerose le emergenze architettoniche e gli edifici storici che caratterizzano il luogo e sono oggetto di ristrutturazione nelle previsioni del piano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il piano regolatore portuale della città di Palermo, attualmente in fase di approvazione, cerca una riconnessione tra la fascia costiera e la città: il fronte a mare ed i porti palermitani, che hanno sempre segnato la storia della città, sono coinvolti in un progetto di riqualificazione di ampio respiro, volto a migliorare le risorse urbane e a preservare e risaltare le emergenze architettoniche cittadine. Il tema progettuale prende spunto da queste considerazioni e dalla nuova politica di rinnovamento, trasformazione, riqualificazione e ottimizzazione chiaramente espressa dal PRP. In esso gli interventi sono numerosi e diversificati; vengono individuate delle aree destinate ad accogliere strutture e servizi per lo svolgimento della nautica da diporto. Aree quali: il porto della Cala, l’Arenella, l’Acquasanta e Sant’Erasmo. La tesi tratta dunque di una fiera nautica nella quale si sono curati l’area, adibita a parco, che deve accogliere alcuni padiglioni espositivi ed i padiglioni stessi, progettati fino alla fase esecutiva. Tra i diversi siti definiti dalle previsioni del PRP, si è scelto di operare sul porticciolo di Sant’Erasmo. Esso difatti ha una posizione privilegiata sulla costa palermitana, per la bellezza panoramica del posto e per l’immediata vicinanza con il centro storico. Inoltre il porto è caratterizzato dalla vicinanza sia della vasta area verde del Foro Italico, sia dalla foce, ad oggi in forte degrado, del fiume Oreto, sul quale si è proposto e progettato in un passato recente. Sono quindi numerose le emergenze architettoniche e gli edifici storici che caratterizzano il luogo e sono oggetto di ristrutturazione nelle previsioni del piano. Secondo le indicazioni del PRP, il porticciolo, volto a contenere 270 posti barca, viene ampliato, e dotato di ulteriori banchine, di servizi di cantieristica minore e d’urgenza e di posteggi. Gli edifici soggetti a vincolo nel PRG di Palermo sono destinati ad accogliere quei servizi e quelle attività necessarie per rendere vitale e rinnovato un luogo urbano: club nautici, piccole strutture alberghiere, sedi di associazioni sportive, attività commerciali e quant’altro. Il giardino Foro Umberto I, a ridosso del porticciolo, in rapporto visivo diretto con esso, viene considerato elemento conclusivo del Foro Italico, terminazione a cui fa capo e nella quale esso confluisce, per guadagnare il mare. Contemporaneamente il giardino si propone come prima area dotata di servizi di accesso alla città (ristoro, nodi di scambio intermodale, punti informativi), necessari per una corretta accoglienza dei flussi turistici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura
conchiglia
design
esposizione
giardino
lamellare
mare
marketing
modellazione
modularità
natura
nautica
padiglione
parco
pianificazione
piattaforma galleggiante
policarbonato
porto
render
spider
temporaneità.
trasformabilità
waterfront

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi