Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Libro 2.0: la sfida dell'e-book e il futuro dell'editoria digitale

Questa tesi si occupa di editoria digitale e del mercato relativo alla distribuzione e vendita di e-book. Come un vero e proprio reportage si cerca di esplorare temi legati all'espansione del mercato editoriale digitale come la vendita e l'evoluzione degli e-reader o dei tablet device, alla nascita di servizi legati alla vendita di libri elettronici (negli Stati Uniti e in Italia) e, infine, cercando di analizzare statistiche, dati ufficiali e previsioni, si cerca di pensare a possibili scenari futuri legati all'editoria digitale in Italia e nel mondo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Per mezzo del libro trovato nella cassetta avete ora a disposizione la più ricca, la più completa biblioteca che nessuno abbia mai posseduto, e inoltre ve la potete portar dietro costantemente. Poiché recando in tasca questo curioso libretto esso si converte ogni volta che lo tirate fuori nell‟opera che desiderate giusto di leggere”. (Ernst. T.A. Hoffmann, Racconti, cit., pag. 275) Nel racconto “Il sorteggio della sposa” (“Die Brautwahl”), il grande scrittore tedesco Ernst Theodor Amadeus Hoffmann narra le singolari avventure di tre pretendenti alla mano di una giovane ed affascinante fanciulla. Chiaramente, uno solo di loro sarà vincitore, ma agli altri due, in cambio della rinuncia, sarà comunque consegnato una sorta di premio di consolazione, un dono per loro ancora più prezioso della bellissima ragazza. In particolare, uno dei pretendenti, il cancelliere Tusmann, curiosa figura di attempato bibliofilo che difficilmente avrebbe potuto rendere davvero felice la giovane, riceve un dono che non potrebbe lasciarlo più soddisfatto: un libro magico dalle pagine bianche ma capace di trasformarsi all‟istante in qualunque altro libro al semplice desiderio del suo proprietario. Il libro del cancelliere Tusmann è magico poiché, come una sorta di libro universale, grazie alle sue bianche pagine fatate, può riempirsi, a comando del suo proprietario, con i testi più diversi: il sogno di ogni bibliofilo. Lo schermo di un computer, allo stesso modo, può riempirsi dei contenuti più svariati, ma, nella maggior parte dei casi, i bibliofili non lo amano affatto. “Chi ama i libri, piuttosto, considera spesso il computer come un pericoloso avversario della lettura, e vede il web non già come uno sconfinato paradiso testuale ma come un suo simulacro infido e distorto, in cui la “vera” lettura è sostituita da un movimento disordinato tra frammenti di testo per lo più sconnessi e scarsamente significativi” 1 . Lo schermo di un computer è scomodo, pesante, fragile, costoso, emette luce etc. ma, da qualche anno, la situazione degli amanti della lettura ha preso una piega differente nei confronti del mondo della 1 Cfr: Gino Roncaglia, I libri elettronici fra innovazione e tradizione: il libro magico del cancelliere Tusmann, in “Italianieuropei.it”, 16 marzo 2010.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Anna Scirè Calabrisotto Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8765 click dal 15/04/2011.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.