Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Cina Oggi: Sviluppo e Impatto Ambientale

La Cina oggi è senza dubbio il nuovo centro del mondo e scrivere su di essa non è facile.
Questo paese è il nuovo protagonista, nel bene e nel male, degli scenari economici, strategici, politici e culturali mondiali.
Il ‘Paese del Dragone’ ha ormai conquistato il mondo intero grazie alla sua potenza economica smisurata e ai suoi prezzi costantemente bassi ma anche per merito del suo fascino.
La sua sconfinata cultura, le sue innumerevoli testimonianze storiche, archeologiche e i paesaggi cinesi entrano nella mente di chi ha la fortuna di visitarla e lasciano il segno.
Nella mia tesi cerco di dare un’idea di quello che costituisce l’universo cinese oggi: un turbine in continua crescita che sta condizionando gli equilibri politico-economici mondiali e anche culturali.
Questo vastissimo paese, dalla storia millenaria, sta sfruttando senza sosta le proprie risorse naturali, andando spesso ad intaccare i propri equilibri interni. Questa frenetica sete di crescita sta però portando gravi danni all’ambiente e sta colpendo indirettamente anche i paesi confinanti e il mondo intero.
Nel secondo capitolo, prendo in esame le risorse idriche di cui dispone la Cina, paese ricco di grandi fiumi su le cui rive sono nate le prime civiltà umane. Le acque cinesi lottano incessantemente con gravi problemi di inquinamento e i disastri ambientali sono ormai all’ordine del giorno nel paese. Un esempio dello sfruttamento di queste risorse è la ormai leggendaria Diga delle Tre Gole: questo progetto faraonico ha portato un notevole tornaconto alla sete di energia del paese ma ha anche sconvolto e alterato l’equilibrio naturale della regione in cui è stata realizzata.
Il progresso cinese si sta espandendo a macchia d’olio in tutto il paese ed in particolare in alcune città ormai simbolo dello sviluppo. Shanghai spicca sicuramente come la punta di diamante della Cina, quella che è ormai definita come la nuova New York dell’Asia, grazie al suo contributo economico e alla sua diffusa multiculturalità.
Anche Shanghai è una città legata all’acqua e ai fiumi: essa si trova a pochi chilometri dallo Yangtze e dal Mar Cinese, ed quindi il suo territorio è fortemente condizionato dall’acqua.
Un altro esempio di sviluppo economico caratterizzato dal rapporto con i fiumi e le risorse idriche è costituito dalla nuova megalopoli che si sta formando nel Delta del Fiume delle Perle, nel sud della Cina. Questa zona sta acquistando sempre più importanza grazie anche alla sua posizione estremamente favorevole: i porti che si trovano sulle coste sono tra i più trafficati di tutto il mondo e la zona sta inoltre diventando un nuovo centro di produzione manifatturiera estremamente strategico.
L’ultimo capitolo è invece dedicato allo sviluppo delle energie rinnovabili nel paese. La scelta di citare questo argomento è dettata indubbiamente dal mio lavoro e credo che sia giusto far conoscere queste nuove tecnologie che aiuteranno sicuramente l’ambiente cinese a combattere i suoi difficili problemi di inquinamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione: l’universo cinese e il vortice della sua crescita economica La Cina ( nullnullnullnullnullnull ‘Zhonghua renmin Gongheguo’ Repubblica Popolare Cinese) si trova nell'Asia orientale e per molti secoli questo vasto paese è stato protetto e isolato dal contatto con l’esterno grazie alle imponenti barriere naturali che hanno costituito un confine invalicabile. Terzo paese più grande del mondo dopo Russia e Canada, e quasi con le stesse dimensioni dell’Europa, la Cina copre un’area di 9.560.900 kmq e un confine di 20.000 km. Essa confina con la Mongolia e la Russia a nord, con la Russia e la Corea del Nord a nord-est, con il Mar Giallo e il Mar Cinese Orientale a est, con il Mar Cinese Meridionale, il Vietnam, il Laos, Myanmar (Birmania), l'India, il Bhutan e il Nepal a sud, con il Pakistan, l'Afghanistan e il Tagikistan a ovest, con il Kirghizistan e il Kazakistan a nord-ovest. Le regioni meridionali confinanti con Laos, Vietnam e Myanmar sono ricoperte da foreste pluviali tropicali, mentre in Mongolia Interna sul permafrost dei Monti Da Hinggan cresce una vegetazione simile alla tundra. La Cina ospita inoltre le più importanti zone umide dell'Estremo Oriente, il più lungo fiume dell'Asia (lo Yangtze o Fiume Giallo) e le sorgenti di due fiumi di inestimabile importanza per centinaia di milioni di persone dell'Asia meridionale e sud-orientale - il Gange e il Mekong. Foto 1: La Cina vista dal satellite

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gilda Benazzi Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3402 click dal 27/04/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.