Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La produzione vetraria nell'Appennino ligure centrale: insediamenti e territorio

Nella tesi si sono volute riprendere alcune tematiche di studio già toccate in Liguria negli anni Settanta e poi riprese con più vigore negli anni Novanta.
Quindi in essa si offre un quadro delle conoscenze acquisite sulla produzione vetraria ligure tra il XII e il XVII secolo fondamentalmente su base archeologica e storico documentaria.
La ricerca è sta infatti condotta, all'interno delle Appennino ligure centrale tra Genova e Savona, su due filoni principali.
Da una parte, le ricognizioni condotte sul terreno al fine di definire le localizzazioni di una ventina di insediamenti produttivi vetrari nel territorio in oggetto. Da queste localizzazioni si è poi partiti ad analizzare il rapporto tra la vetreria e il territorio in cui essa fu costruita per comprendere le ragioni di tali localizzazioni e l'apporto delle risorse naturali al processo produttivo del vetro.
Dall'altra parte, si sono voluti riorganizzare in un database informatizzato i documenti d'archivio riguardanti la manifattura vetraria editi in Liguria.
Questa fase si è rivelata indispensabile per analizzare le conoscenze desumibili da questa tipologia di fonti nel tentativo di ricostruzione della produzione vetraria ligure preindustriale.
I dati ottenuti con questa tesi costituiscono una buona base per le ricerche future che dovranno completare alcune lacune, come per esempio quella della datazione precisa degli impianti che potrà venire soltanto con una estensione delle indagini archeologiche di scavo.

Mostra/Nascondi contenuto.
III Introduzione Il rapporto esistente tra lo sviluppo di un’attività manifatturiera e le risorse del territorio è un argomento obiettivamente importante perché pone in relazione uomini e cose ricostruendo una parte significativa della storia locale. Nel caso del vetro le indagini archeologiche, svolte negli anni Settanta nell’insediamento produttivo vetrario di Cian da Veeja (Monte Lecco) per iniziativa del Mannoni e del Gruppo Ricerche della sezione genovese dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri 1 , sono state il motore della ricerca storica condotta da Calegari e Moreno primi ad affrontare tale tematica in Liguria. A questi studi non ne sono però seguiti altri di approfondimento dei problemi emersi in quell’occasione, almeno in ambito regionale, ma sono apparsi solo alcuni brevi articoli importanti per l’aggiornamento delle conoscenze, ma, per loro stessa natura, limitati. Perciò l’obbiettivo della presente ricerca è lo studio preliminare del rapporto tra gli impianti produttivi e i caratteri ambientali che sembrano averne guidato la localizzazione al fine di definire meglio i siti già noti piuttosto che procedere ad una esplorazione sistematica del 1 Cfr. FOSSATI e MANNONI 1975.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simone Lerma Contatta »

Composta da 446 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 967 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.