Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Traumatologia della pesistica:ruolo della diagnostica per immagini

La ripetizione di gesti sportivi, o comunque di movimenti specifici, per tempi lunghi e ad intensità elevata, può determinare un’azione meccanico-traumatica sulle strutture interessate; ciò può venire facilitato da difetti di assialità articolare o da postumi di un trauma acuto: questa situazione si definisce di “sovraccarico funzionale”.
L’attività fisica in genere e le tecniche di allenamento che ricorrono all’impiego di esercizi contro resistenza e con sovraccarichi (pesi), indubbiamente possono esercitare effetti lesivi sulle strutture dell’apparato muscolo-scheletrico e anche su legamenti e tendini.
Gli infortuni provocati dalla pesistica sono moltissimi, sono causati nella stragrande maggioranza da movimenti sbagliati o da movimenti ripetuti continuamente in modo da indurre uno stress biomeccanico alle strutture muscolari,tendinee e legamentose. Scopo della tesi è quello di esaminare in dettaglio l’aspetto diagnostico di tali infortuni attraverso la diagnostica per immagini un’adeguata conoscenza di quelli che sono i movimenti biomeccanici della pesistica e delle strutture che maggiormente vengono coinvolte durante questi esercizi.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 STRAPPO SLANCIO L’ esercizio di strappo prevede il sollevamento del bilanciere da terra fin sopra la testa con un unico veloce movimento,questo gesto tecnico e’ uno delle massime espressioni di forza espolsiva.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Pasquale D'Andretta Contatta »

Composta da 37 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3808 click dal 11/05/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.