Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Accesso abusivo ad un sistema informatico della Pubblica Amministrazione

Esamina la fattispecie prevista ex art. 615 ter, 3° co., c.p., iniziando da una panoramica storica, effettuando una comparazione tra i vari orientamenti; si passa, poi, all'analisi morfologica della fattispecie; si conclude con considerazioni de iure condito e de iure condendo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Multa fieri non posse priusquam sint facta iudicantur. (Plinio, Nat. Hist., 7, 1, 1). Non è animale più cattivo dell’uomo senza legge. (Girolamo Savonarola, Trattato circa il reggimento e governo della città di Firenze). Con il presente lavoro, si è analizzata, senza aver avuto la pretesa di metterne a fuoco tutte le sue problematiche, una patologia della fenomenologia informatica che riveste una posizione centrale nell’ambito dell’economia del sistema normativo concernente i computer crimes, e che, soprattutto negli ultimi anni, vede la necessità di essere maggiormente approfondita, per una migliore comprensione. Il tutto in modo semplice, umile, cercando di delineare nel modo più completo possibile i suoi contorni, essendo questa patologia un fenomeno che ci riguarda, e ci riguarderà, sempre più da vicino. Lo si è fatto scegliendo di approntare uno studio che fosse schematico ma puntuale, fornendo un inquadramento dell’ipotesi criminosa anche sotto il profilo della teoria generale del reato, oltre che alla luce delle decisioni giurisprudenziali, e tutto questo passando attraverso tre momenti . La fattispecie criminosa in oggetto costituisce un’aggravante (comma terzo) del reato base previsto ex art. 615 ter c.p., rubricato

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Alessandro Pacifici Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1121 click dal 28/04/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.