Skip to content

Genitori ed insegnanti nell'epoca del declino dell'Autorità

Informazioni tesi

  Autore: Cinzia Profita
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Roberto Rovelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

L’argomento di cui tratta questa tesi è il cambiamento dei rapporti tra insegnanti e genitori, figure cardine dello sviluppo dei futuri adulti e cittadini. Il rapporto tra queste figure è, come si capisce, basilare per creare un clima che stimoli e incoraggi l’alunno e il bambino. Ma sempre più spesso, negli ultimi anni, assistiamo a casi di ingerenze e conflitti tra queste due figure di adulti. Tutto ciò ha portato alla perdita della rispettabilità e dell’autorità di cui la scuola da un lato e la famiglia dall’altro hanno sempre goduto.
Quello che apparentemente sembrava però un conflitto tra due figure che tutelano due diverse sfere di competenza, in realtà è sintomo di una crisi che investe ogni rappresentante di istituzioni. È crisi del concetto stesso di Autorità.
C’è, poi, un altro punto su cui bisogna riflettere. Fino a qualche decennio fa, scuola e famiglia erano le uniche agenzie di socializzazione, o comunque le principali, nella vita di un ragazzo e portavano avanti valori molto simili. Con il passare del tempo e l’avanzare delle tecnologie le cose sono molto cambiate. Si pensi all’influenza, sempre maggiore, del gruppo dei pari, che si configura come una specie di “mondo a sé stante” e opposto a quello dei grandi. E si pensi ai valori trasmessi dai mass media che non sempre combaciano con quelli delle istituzioni; mass media che, per il loro messaggio invitante, fatto di immagini di facile accesso, opposto a quello “dei grandi”, captano l’attenzione dei ragazzi in maniera più immediata.
Da queste considerazioni emerge la necessità di una collaborazione tra insegnanti e genitori, che dovrebbero cooperare anziché screditarsi l’un l’altro. Dovrebbero concorrere, in un dialogo costruttivo, alla formazione di futuri adulti e di cittadini leali e rispettosi.
In questo elaborato mi prefiggo di esaminare cosa è cambiato nel modo di intendere l’autorità dopo il ’68, partendo dai cambiamenti che le figure di genitori e insegnanti hanno subìto lentamente nel corso dei secoli, e drammaticamente dopo il ’68, per studiare quali sono i nuovi agenti di socializzazione che si scontrano con loro e per trovare, infine, un loro possibile punto d’incontro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Nel corso dei secoli abbiamo assistito ad un grande cambiamento che ha riguardato due figure cardine nello sviluppo dei bambini, di coloro che saranno i futuri adulti e cittadini. Questo cambiamento riguarda i genitori e gli insegnanti, che sono le figure che si occupano della educazione dei bambini, della loro istruzione e del loro sviluppo. Ognuna di queste figure partecipa al processo di crescita e di formazione ovviamente secondo le proprie competenze ed entrambe costituiscono i principali agenti di socializzazione (si ricordi che la famiglia è sempre al primo posto nella vita di un bambino in quanto agente di socializzazione). Con il mutare dei tempi, sembra che queste figure abbiano perso quell’ “aura” di sacralità che contraddistingueva il loro ruolo, che era fondato, principalmente, sull’autorità, ovvero quel particolare ascendente, che faceva godere loro di stima e rispetto da parte dei ragazzi e dell’intera società. Si pensi al ruolo del padre nella società “diretta dalla tradizione” 1 . Il padre, pater familias, aveva la massima ubbidienza da parte di tutti i membri del nucleo familiare, era il modello per i propri figli e insegnava loro a “succedere a lui”, piuttosto che ad avere successo. Stesso discorso deve esser fatto per l’insegnante, dispensatore di nozioni, spesso poco attento ai problemi personali degli alunni, ma rispettato e amato, proprio come il maestro del libro Cuore 2 . Con l’avvento della società eterodiretta, di cui ha parlato Riesman, si verificano molti cambiamenti. Cambiano i tempi, le tecnologie migliorano le condizioni di vita, si vive meglio, non ci sono più le famiglie numerose di un tempo, aumenta la mobilità sociale, entrambi i genitori lavorano e l’ascesa sociale viene vista come essenziale per vivere bene; eppure, aumenta l’incertezza su come far crescere i propri figli. I genitori, di colpo, diventano insicuri, non hanno 1 Per questo concetto si veda Riesman D., La folla solitaria, Il Mulino, Bologna, 1956. 2 Scritto da Edmondo de Amicis nel 1886.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi