L'Arbitrato e il litisconsorzio necessario

Il tema di questa tesi è l'interazione tra il litisconsorzio necessario e l'arbitrato. Quel che interessa è vedere, partendo dalla scelta della clausola compromissoria da inserire nel contratto, toccando tutti gli step di una causa arbitrale, fino all'impugnazione del lodo, come il fatto che le parti in causa siano più di due ed inoltre ci sia tra esse un legame necessariamente litisconsortile, influisca sulla celebrazione dell'arbitrato stesso.
Prenderemo quindi in considerazione la fase introduttiva e i diversi tipi di clausole compromissorie per vedere che problemi nascano quando si voglia iniziare un arbitrato che sarà necessariamente plurisoggettivo. Vagliando sia l'ipotesi di iniziale pluralità di parti sia l'ipotesi in cui la necessaria presenza di più di due soggetti in causa si riscontri ad l'arbitrato già iniziato e quindi dell'intervento del litisconsorte.
Passeremo poi alla celebrazione vera e propria dell'arbitrato, analizzando quali regole si applichino in un procedimento arbitrale con fattispecie litisconsortile necessaria anche attingendo dalle regole procedurali stabilite letteralmente per il solo processo ordinario.
Per ultimo vedremo cosa accada al momento dell'impugnazione di un lodo emanato in presenza di una fattispecie litisconsortile necessaria, sia stata questa riconosciuta o meno nel processo arbitrale.
Per fare tutto ciò prenderemo in considerazione le elaborazioni dottrinali precedenti e successive alla riforma apportata con la legge n. 40 del 2006, inoltre, non dando la disciplina dell'arbitrato soluzione a tutti i possibili problemi che in esso potrebbero sorgere in una lite caratterizzata da litisconsorzio necessario, dovremo anche considerare gli studi sviluppati dalla dottrina in tema di procedimento davanti al giudice dello Stato e vedere dove questi possano essere utilizzati per integrare la normativa valente per l'arbitrato. A conclusione del lavoro si cercherà di fare il punto sui punti di forza e deboli rilevatisi nel corso del lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo Primo Il litisconsorzio necessario e i problemi che pone la sua presenza in arbitrato Voler far convivere arbitrato e una lite in cui sia presente una fattispecie di litisconsorzio necessario 1 non è semplice. Caratteristico è il fatto della presenza, oltre ad attore e convenuto di uno o più altri soggetti legati solo ad una delle parti originarie o ad entrambe, che complicano il normale schema della lite, di modo che la lite diventi multiparti. Molte sono le elaborazioni dottrinali che si occupano dei problemi causati dalla presenza di più di due soggetti in arbitrato, ed è a queste che ci riferiremo nello studio del tema oggetto di questa tesi, dovendo poi aggiungere ulteriore materiale d'analisi proprio per comprendere come il particolare collegamento tra le parti qui studiato influisca sull'arbitrato. Sappiamo che dei soggetti che vogliano devolvere le eventuali cause tra loro nascenti ad arbitri devono sottoscrivere un accordo compromissorio, clausola compromissoria o compromesso che sia. Ora, se pensiamo al litisconsorzio necessario ci accorgiamo che, oltre a sussistere tra soggetti che hanno firmato lo stesso contratto, come nel caso di un contratto con parte plurilaterale, sussiste anche in casi in cui i soggetti non sono tutti firmatari del patto compromissorio, esempio di tal caso si ha per il creditore che agisca in surrogatoria, 1 C ONSOLO Codice di procedura civile commentato, Padova 2007 p. 918s; FABBRINI voce Litisconsorzio in Enciclopedia del diritto, Milano ; ANDRIOLI sub art 102 in Commento al codice di procedura civile, Napoli 1961 p.286s; FAZZALARI Istituzioni di diritto processuale , 1996 p . 319 SS ; REDENTI Il giudizio civile con pluralità di parti 1960; C HIOVENDA S ul litisconsorzio necessario in Saggi di diritto processuale civile 1931 p.427; S ATTA Sul litisconsorzio necessario in Riv. it. di scienze giuridiche 1955 p.49; C OSTANTINO Contributi allo studio del litisconsorzio necessario, 1979; M ENCHINI Il processo litisconsortile , 1993 p .89; 8

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Laura Smiderle Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1831 click dal 28/04/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.