Skip to content

Le politiche europee per il risparmio energetico. Le applicazioni in Val Seriana.

Informazioni tesi

  Autore: Sonia Carrara
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Antonello Pezzini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 300

Questo lavoro di tesi si è posto l’obiettivo di esaminare le politiche intraprese dall’UE per affrontare le sfide in campo ambientale ed energetico e per sostenere la competitività dei suoi Stati membri.
L’elaborato si divide in due parti distinte. La prima parte esamina, da un punto di vista teorico, le politiche adottate dall’UE per accrescere la competitività degli Stati membri e, al contempo, per promuovere una crescita rispettosa dell’ambiente e focalizzata sul risparmio energetico e sulla riduzione delle emissioni climalteranti. La seconda parte del lavoro, invece, si focalizza sull’applicazione pratica, a livello locale, della politica energetica europea, riportando l’esperienza dei Comuni della Valle Seriana.
Nello specifico, quindi, si analizza il contenuto della Strategia di Lisbona e della recente strategia “UE 2020”, che conferisce nuovo vigore agli obiettivi di una crescita comunitaria intelligente, partecipativa e sostenibile. La dimensione ambientale rientra a vario titolo tra le proposte esaminate, come sfida complementare a quelle dello sviluppo economico e sociale. In seguito, si analizza l’iniziativa europea Lead Market, che rientra nella politica UE a favore dell’innovazione e della competitività ed è finalizzata alla diffusione delle Clean Energy Technologies. I mercati guida da essa promossi, quali quello della Sanità on-line, dei Bioprodotti, del Riciclaggio, dei Tessuti Tecnici, dell’Edilizia Sostenibile e delle Energie Rinnovabili, giocheranno un ruolo chiave nello sviluppo degli investimenti di mercato e di nuovi posti di lavoro nell’UE, nel contesto di un’economia a basse emissioni di CO2. A seguire, si descrivono gli obiettivi “20-20-20” assunti dall’UE in campo energetico, con l’esame del “Pacchetto Clima-Energia” e le proposte legislative in esso contenute, quali le Direttive 2009/28/CE, 2009/29/CE, 2009/30/CE, 2009/31/CE, 2009/33/CE, la Decisione 406/2009/CE e il Regolamento 443/2009/CE, al fine di valutarne l’efficacia per la riduzione delle emissioni climalteranti e la diffusione delle energie rinnovabili al 2020. Per queste ultime, inoltre, si commentano sommariamente le potenzialità in termini di riduzione delle emissioni di CO2, risparmio energetico e creazione di nuove opportunità per le imprese e per l’occupazione europea.
La seconda parte del lavoro analizza la recente iniziativa “Covenant of Mayors”, proposta dalla Commissione Europea nel 2008, per coinvolgere attivamente gli Enti locali nella politica energetica prima discussa. Le città firmatarie del Patto si impegnano, infatti, a superare gli obiettivi di risparmio energetico posti dal Protocollo di Kyoto, riducendo di oltre il 20% le proprie emissioni di gas a effetto serra, attraverso l’elaborazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (SEAP, Sustainable Energy Action Plan). In particolare, il ruolo chiave esercitato dai Comuni per conseguire gli obiettivi UE “20-20-20” è documentato con un’indagine applicata al territorio della Provincia di Bergamo e, nello specifico, nei Comuni della Valle Seriana, al fine di analizzare le politiche intraprese in campo energetico. L’indagine è stata effettuata in occasione della personale esperienza nella partecipazione al bando “Promuovere la sostenibilità energetica nei Comuni piccoli e medi”, pubblicato dalla Fondazione Cariplo, nel mese di maggio 2010, per sostenere finanziariamente i Comuni nella futura implementazione dei SEAP.
Le principali conclusioni raggiunte dalla tesi riguardano, in primo luogo, la conferma del ruolo chiave esercitato dall’UE nella promozione di un’economia a basso tenore di carbonio e nel sostegno della competitività degli Stati membri, soprattutto con le proposte del pacchetto “Clima-Energia”, che rappresentano il nucleo della sua politica energetica, volta a raggiungere gli obiettivi del “20-20-20” entro il 2020. Secondariamente, l’adesione al “Patto dei Sindaci” e le iniziative a favore del risparmio energetico realizzate nei Comuni della Valle Seriana, hanno dimostrato il forte coinvolgimento degli Enti locali su questi temi. Nel territorio della Provincia, infatti, è presente già da tempo una cultura orientata allo sviluppo sostenibile e alla razionalizzazione dei consumi energetici, come dimostrano le politiche intraprese.
La politica energetica UE e la sua applicazione a livello locale, con il “Patto dei Sindaci”, è stata determinante per sviluppare le nuove tecnologie low carbon e una cultura tesa al risparmio energetico. L’Europa dovrà mantenere la propria posizione di leadership nel campo dello sviluppo delle energie rinnovabili e delle misure di risparmio energetico, per far fronte ai problemi di competitività e alle sfide energetiche future.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 Capitolo 1. Introduzione 1.1. Origine ed obiettivi della tesi Negli ultimi decenni, i temi della tutela dell‟ambiente e del risparmio energetico sono stati al centro del dibattito pubblico e delle politiche nazionali ed internazionali. Di fronte ai fenomeni del cambiamento climatico, dell‟esaurimento delle risorse naturali e dell‟inquinamento atmosferico è ormai necessario l‟intervento di una politica ambientale, fatta di iniziative concrete ed immediate. Il suo ruolo risiede nel conciliare le questioni ambientali con lo sviluppo economico e sociale di ogni paese, ovvero nell‟assicurare uno “sviluppo sostenibile”, inteso come uno sviluppo rispondente alle esigenze del presente, che non comprometta la capacità delle generazioni future di soddisfare a loro volta le proprie. Obiettivi prioritari di efficaci politiche di sviluppo sostenibile, quindi, riguardano una gestione più razionale delle risorse presenti in natura, affinché le future generazioni possano godere delle stesse opportunità offerte a quelle presenti, in un ambiente sano ed equo. In tale contesto, la promozione delle fonti rinnovabili e gli interventi di razionalizzazione nei consumi energetici, sono azioni essenziali per indirizzare le attività produttive e i comportamenti delle persone verso questi fini. In aggiunta, la garanzia di un alto livello di occupazione e di coesione sociale, un‟attività politica responsabile e trasparente e un‟efficace cooperazione internazionale, si rivelano misure altrettanto necessarie per sostenere uno sviluppo equilibrato ed equo. L‟Europa occupa da sempre una posizione di leadership nella promozione di un simile modello di sviluppo delle nazioni, rispettoso dell‟ambiente e della qualità della vita delle persone. E‟ soprattutto dai primi anni ‟70 che nell‟UE ha preso quota una decisiva politica ambientale fondata su chiari obiettivi e strategie, con programmi d‟azione e una produzione legislativa volta a limitare l‟inquinamento e l‟utilizzo irresponsabile delle risorse. Da un punto di vista cronologico, la politica ambientale è stata integrata nelle attività di competenza della Comunità Economica Europea a partire dal 1973, sostenuta successivamente con l‟Atto Unico Europeo del 1986, che ha introdotto il principio del “chi inquina paga”, con il Trattato di Maastricht del 1992 e con il Trattato di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

energie rinnovabili
lead market
ue "2020"
pano d'azione per l'energia sostenibile
seap
pacchetto clima-energia
covenant of mayors
patto dei sindaci

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi