Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Museo Majakovskij di Mosca

Si approfondisce l'analisi del Museo Majakovskij di Mosca, dando inizialmente un ritratto generale della vita e delle opere del grande autore russo, e in seguito analizzando nello specifico la struttura secondo cui si svolge il museo. Grande attenzione viene accordata allo sviluppo ma soprattutto alla funzionalità delle nuove soluzioni espositive utilizzate all'interno dell'ambiente museale per rendere a livello quasi ambientale la personalità eclettica di Majakovskij e l'ambiente artistico, politico e sociale in cui si muoveva. Infine, per chiarire anche la rilevanza sociale del personaggio, e l'uso che ne è stato fatto nel corso degli anni, si ripercorrono le varie fasi evolutive del museo in un'ottica storica.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Durante il periodo del mio tirocinio a Mosca presso l’Istituto italiano di cultura ho partecipato a molti degli eventi che venivano organizzati. In particolare uno, Le parole dell’arte, si svolgeva nell’anfiteatro presente all’interno del Museo Majakovskij. Al termine dell’evento la direttrice Svetlana Efimovna Strižneva ci ha guidati all’interno della mostra stabile. Come mi ha spiegato poi durante una delle nostre interviste, una delle mire della mostra stabile è quella di stupire il visitatore, così da disporlo ad un atteggiamento più aperto e attento nei confronti del significato e delle finalità dell’esposizione. Si può dire che per me, lo scopo è stato raggiunto. Infatti, il motivo per cui ho scelto di prendere come argomento della mia tesi proprio questo tema, è stato la sensazione di stupore e di spaesamento che provato la prima volta che sono entrata nel Museo Majakovskij. L’aspetto che ho trovato più interessante è stato proprio la novità delle scelte espositive che fanno affidamento su installazioni di artisti post-moderni russi, i quali interpretano attraverso le loro opere le varie fasi della vita del poeta. Nel complesso, la mostra trasmette allo spettatore la sensazione di trovarsi a passeggio in una sorta di caos controllato. Per poter godere appieno del “linguaggio associativo e figurato, denso di metafore poetiche trasposte in un sistema di immagini plastiche” 1 Nel secondo capitolo si espongono le tre fasi principali di sviluppo della mostra stabile del Majakovskij oltre a riportare una descrizione delle varie sezioni che compongono l’attuale disposizione museale. Partendo dalla fase embrionale della biblioteca-museo situata nel vicolo Gendrikov, si prosegue con il trasferimento nei nuovi locali del palazzo di passaggio Lubjanskij, giungendo poi, a seguito delle mostre sperimentali degli anni Ottanta che viene sviluppato nella mostra, è necessaria una notevole conoscenza della biografia del poeta. A questo proposito, nel primo capitolo si ripercorrono i principali avvenimenti che hanno caratterizzato la vita, e dunque anche l’opera, di Majakovskij. 1 TADINI, 1993 p. 148.

Laurea liv.I

Facoltà: Mediazione linguistica e culturale

Autore: Chiara Tozzetti Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 838 click dal 20/02/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.