Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fenomeno della stampa gratuita: evoluzione e involuzione della free press

Tesi di laurea sperimentale dal titolo “Il fenomeno della stampa gratuita: evoluzione e involuzione della free press”, settore disciplinare: Sociologia dei processi culturali e comunicativi.
La tesi s’interessa del fenomeno della free press, dal punto di vista sia socio-culturale (l’informazione sarà sempre più gratuita?), sia dal punto di vista economico (considerata la crisi che ha coinvolto, insieme all’intera industria editoriale, la free press, quali caratteristiche hanno le testate gratuite che sopravvivono?). Tutto questo attraverso l’analisi dettagliata di dati rigorosamente aggiornati e le interviste ai direttori delle maggiori testate gratuite nel nostro paese, nonché a grandi professionisti del settore, sempre attenti all’evoluzione della stampa e alla sua contemporaneità.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 LA FREE PRESS: NON SOLO UNA METEORA 1 Introduzione Sembrava un‟enorme macchina in grado di macinare milioni di lettori in poco tempo. Ha suscitato entusiasmi non solo in base alla sua affermazione negli ultimi quindici anni, ma anche per i contributi benefici che avrebbe apportato alla libertà d‟espressione, alla difesa dello stato di diritto, al pluralismo dell‟informazione e, addirittura, al mondo stesso della comunicazione giornalistica, per mezzo di un prodotto in grado di risolvere i problemi di una stampa troppo distante dalla gente “comune” e troppo vicina invece al mondo demagogo della politica e dell‟alta finanza. Soprattutto, sembrava poter crescere a dismisura senza mai fermarsi. Invece, alla fine, lo smisurato incremento è imploso. Non nel senso di aver ottenuto un grosso successo come medium tanto che i suoi contenuti raggiungono gli utenti in maniera implosiva, al pari della televisione; piuttosto come un‟onda che con violenti spruzzi (ad esempio la crescita che ha toccato il 200% nel 2000) corre schiumosa verso la riva per poi scaraventarsi sopra e inesorabilmente ritrarsi di nuovo verso l‟oceano. La free press è in crisi. Oggi questo “oceano” è diventato un “limbo dei dannati”, dove volano in cerchio le anime dei 154 giornali gratuiti falliti dal 1999 fino ad 1 Quello corrente è un periodo in evoluzione. Questa ricerca è stata condotta servendosi dei dati raccolti fino al settembre del 2010. Pertanto la situazione, dati gli innumerevoli fenomeni ruotanti intorno alla stampa gratuita, potrebbe cambiare radicalmente in un futuro prossimo

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Domenico Licciardi Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2030 click dal 09/05/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.