Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Identificazione di addensanti polimerici di gel acquosi per la pulitura di superfici policrome

Sono stati studiati tre polimeri addensanti, Agar, Klucel g e Carbopol, utilizzati nella preparazione di soluzioni acquose addensate per la pulitura di superfici murali. Lo scopo è stato quello di verificare se i tre polimeri oggetto di studio siano effettivamente dei buoni addensanti per il trattamento di pulitura, cioè siano totalmente removibili a fine utilizzo, oppure se rimangano in tracce sulla superficie del manufatto e quindi non siano idonei a tale applicazione.
Dopo una fase preliminare di studio delle caratteristiche strutturali e chimico-fisiche degli addensanti polimerici si è proceduto alla caratterizzazione, per il riconoscimento e la quantificazione in campioni reali incogniti, utilizzando diverse tecniche analitiche: spettroscopia infrarossa in riflettenza totale attenuata (FTIR-ATR), analisi termogravimetrica (TGA) e l’analisi gascromatografica accoppiata a spettrometria di massa previa pirolisi del campione (Py-GC/MS). Sempre con le stesse tecniche sono stati condotti studi su miscele polimero/CaCO3 per verificare il limite di rilevabilità degli addensanti in presenza di matrici inorganiche simili a quelle riscontrabili in campioni reali.
Infine, tutto quanto studiato nella parte sperimentale è stato applicato per l’indagine di tracce di
addensanti polimerici su manufatti simulati, preparati presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e lì sottoposti a trattamenti di pulitura da un team di esperti restauratori. Dalle analisi Py-
GC/MS è stato possibile dedurre che soluzioni acquose addensate preparate con Agar e Klucel g sono buoni impacchi utilizzabili per la pulitura delle superfici murali, mentre occorre avere qualche riserva per quanto riguarda quelli preparati con Carbopol, il quale risulta avere difficoltà di rimozione a fine trattamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1: Introduzione In questo lavoro di tesi l’attenzione è stata posta sullo studio di tre polimeri addensanti, Agar, Klucel g e Carbopol, utilizzati nella preparazione di soluzioni acquose addensate per la pulitura delle superfici murali. Uno dei requisiti fondamentali del trattamento di pulitura di qualsiasi opera d’arte è che gli impacchi utilizzati siano totalmente removibili, cioè, dopo aver agito, possano essere rimossi con facilità senza il rischio di lasciare residui sulla superficie dell’opera in grado di causare ulteriori problematiche e danni futuri. Lo scopo di tale lavoro di tesi è proprio quello di verificare se i tre polimeri oggetto di studio siano effettivamente dei buoni addensanti per il trattamento di pulitura oppure se rimangano in tracce sulla superficie del manufatto e quindi non siano idonei a questo utilizzo. Prima di procedere alla parte sperimentale è stato necessario reperire una documentazione adeguata sulle caratteristiche tecniche della pittura murale e sui requisiti necessari per l’esecuzione di un corretto trattamento di pulitura. È stata condotta inoltre una ricerca bibliografica sulle caratteristiche strutturali e chimico- fisiche dei polimeri oggetto dello studio. Avendo a disposizione una conoscenza di base sugli addensanti polimerici è stato dunque possibile procedere alla prima parte della sperimentazione: la caratterizzazione. Sono state utilizzate diverse tecniche analitiche, come la spettroscopia infrarossa in riflettenza

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Alessia Manfredi Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1381 click dal 11/05/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.