Skip to content

Analisi semiotica della campagna Nike ''Make the difference''

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Porfido
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Ugo Volli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

La costruzione della legittimità discorsiva è particolarmente importante per il mondo aziendale e in particolare per il mondo delle marche dove è fondamentale conquistarsi uno spazio nel sistema discorsivo sociale e mantenere un determinato livello di credibilità. A tale proposito, secondo me, è interessante segnalare il caso di alcune grandi marche che si impongono nell’universo discorsivo con strategie innovative. Già alcuni studi come quelli centrati sulla campagna Adidas “I Kiss Football”di Ferraro [Ferraro 2003], costruita intorno al personaggio Sonny, un giovane di colore appassionato di calcio, nato in Africa e diventato famoso in Europa proprio grazie alla sua passione per questo sport. Il filmato comincia con delle immagini di Sonny in Africa (lo si riprende mentre gioca con un pallone in spiaggia), poi si descrivono i suoi contatti con il mondo del calcio europeo, di seguito si raffigura la sua notorietà sui media, e infine entra in scena la marca Adidas a sanzionarne il successo reale e mediatico scegliendolo come suo testimonial. Analizzando il caso Adidas Ferraro mette in evidenza come le grandi marche non producono più l’evento pubblicitario, ma usano il loro potere e la loro capacità economica per portare all’attenzione qualcosa che si è sviluppato autonomamente. La marca “assume un discorso altrui”: non costruisce la pubblicità, ma si avvale di discorsi che circolano nella semiosfera, decide di sponsorizzarli, di alimentarli, di organizzarli, di distribuirli. Adidas mostra il potere di scelta, di selezione, e lo fa semioticamente installandosi nel discorso in quanto attore che sanziona (sceglie Sonny come suo testimonial).
Analogamente il caso da me studiato su un altro grande marchio sportivo, quello Nike, si situa in questo discorso. Ho deciso di strutturare la mia tesi in quattro capitoli. Il primo capitolo chiarisce bene la funzione della marca in quanto dispositivo semiotico complesso e potente presente sin dall’antichità e che ha mutato le proprie caratteristiche con l’avvento del medium televisivo e della pubblicità.
Il secondo capitolo è un discorso preliminare sulla semiotica delle passioni che non pretende di essere esaustivo sull’argomento ma che fornisce secondo me gli strumenti di base per poter capire meglio le dinamiche passionali che possiamo ritrovare all’interno di un testo e specie in quello visivo, infatti ho preso come esempio un celebre spot della Telecom del 2004 che mi sembrava particolarmente adatto all’argomento.
Il terzo capitolo riguarda invece la semiotica del testo visivo e quindi la retorica dell’immagine. La questione principale riguarda la modalità e il limite delle immagini nel costituirsi come segno. Possono cioè delle immagini, che possiamo definire nel loro complesso significanti, veicolare un senso ben definito e quindi dei significati univoci? Ho ceduto la risposta direttamente ad autori ben più autorevoli: Barthes con la sua famosa analisi della Pasta Panzani, a Umberto Eco con la sua celebre analisi del sapone Camay e al regista David Lynch con il suo sensazionale spot Nissan Micra citati nel capitolo.
L’ultimo capitolo è invece frutto delle mie analisi sugli spot. Ho seguito il metodo proposto da Cinzia Bianchi nel suo libro [Bianchi C. 2005: 51-75]. Ho infatti diviso gli spot in inquadrature, dividendo il sonoro dal verbale e dal visivo, indicando per ognuno la durata di ciascuna inquadratura. Ho poi unito le inquadrature in sequenze narrative e le ho analizzate da un punto di vista semiotico-generativo cercando di far emergere la struttura profonda e assiologica di ciascuno spot. Ho scelto questi spot perchè mi sembravano diversi dalle “solite pubblicità” referenziali e persuasive a cui siamo abituati e si prestavano bene ad una riflessione sulle strategie di comunicazione adottate. Il messaggio esplicito di ogni spot è di dare il massimo per ottenere la vittoria perseguendo certi valori mentre il messaggio implicito è che si può raggiungere l’obiettivo solo indossando Nike. Questo messaggio velato e non invasivo è comunque un messaggio potente e acuisce specialmente nei più giovani il desiderio di acquisto dei prodotti Nike con i quali si sentono più belli, più agili e più forti richiamando in un certo senso gli strumenti magici delle fiabe indispensabili alla performanza/performance dell’eroe/atleta, il mondo creato da Nike non è poi così diverso a pensarci bene. Queste sono le premesse che mi hanno spinto all’analisi di questi spot

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ads
spot
marca
pubblicità
semiotica
all blacks
"haka"
andrei arshavin
wayne rooney
make the difference
advertisement
franck ribery
brand
nike
prodotto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi