Skip to content

Heldenplatz 1938

Informazioni tesi

  Autore: Federica Pala
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Nicoletta Da Crema
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

La tesi Heldenplatz 1938 nasce con lo scopo di raccogliere in modo esaustivo tutte quelle opere letterarie che, dal 1938 ad oggi, hanno posto l’accento sulla rilevanza della celebre piazza viennese in quanto simbolo di una coscienza nazionale profondamente instabile. Il presupposto da cui si sviluppa questo lavoro, dunque, è chiaramente di natura bibliografica, ma non si esaurisce certamente nella semplice operazione di raccolta e analisi di testi presi in esame secondo un criterio meramente cronologico. Le opere presentate in questa sede sono accomunate dall’esplicito riferimento al luogo Heldenplatz, dal generale valore storico ad esso attribuito, dal diffuso senso di smarrimento culturale e sociale espresso nei testi, di cui questo luogo è il simbolo. Tuttavia, ogni singola opera, analizzata sotto il profilo contenutistico e contestuale, veicola un messaggio a sé stante, riconducendo in maniera approfondita ad uno o più aspetti chiave della storia e della società austriaca del dopoguerra e del retaggio storico e culturale dell’epoca imperiale. In linea ancor più generale, è rintracciabile il motivo del luogo della memoria, del monumento e del rito in quanto importanti mezzi per la propaganda e la comunione delle masse nel consenso al potere, della letteratura quale mezzo fondamentale per la formazione e il consolidamento dell’identità popolare.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La tesi Heldenplatz 1938 nasce con lo scopo di raccogliere in modo esaustivo tutte quelle opere letterarie che, dal 1938 ad oggi, hanno posto l‟accento sulla rilevanza della celebre piazza viennese in quanto simbolo di una coscienza nazionale profondamente instabile. Il presupposto da cui si sviluppa questo lavoro, dunque, è chiaramente di natura bibliografica, ma non si esaurisce certamente nella semplice operazione di raccolta e analisi di testi presi in esame secondo un criterio meramente cronologico. Le opere presentate in questa sede sono accomunate dall‟esplicito riferimento al luogo Heldenplatz, dal generale valore storico ad esso attribuito, dal diffuso senso di smarrimento culturale e sociale espresso nei testi, di cui questo luogo è il simbolo. Tuttavia, ogni singola opera, analizzata sotto il profilo contenutistico e contestuale, veicola un messaggio a sé stante, riconducendo in maniera approfondita ad uno o più aspetti chiave della storia e della società austriaca del dopoguerra e del retaggio storico e culturale dell‟epoca imperiale. In linea ancor più generale, è rintracciabile il motivo del luogo della memoria, del monumento e del rito in quanto importanti mezzi per la propaganda e la comunione delle masse nel consenso al potere, della letteratura quale mezzo fondamentale per la formazione e il consolidamento dell‟identità popolare. La scelta di una ricerca nel campo della letteratura austriaca potrebbe incontrare alcune obiezioni circa la specificità della stessa rispetto al più ampio panorama della produzione letteraria di lingua tedesca. Alla base di tale contestazione si pone il concetto per cui esiste una relativa autonomia degli statuti letterari rispetto al contesto storico-culturale in cui questi prendono vita, e che quindi subordina il rapporto tra opera d‟arte e struttura socio-politica a determinate costanti tematiche. Questo giudizio, inoltre, è spesso fortificato dall‟osservazione che evidenzia l‟effettiva distanza di molti dei cosiddetti autori austriaci del dopoguerra dalla loro Patria, avendo vissuto per anni lontano dal loro Paese o non avendovi mai più fatto ritorno. Infine, si sottolinea l‟assenza, in Austria, di un mercato letterario autonomo, che avrebbe costretto tutti gli autori “austriaci” più significativi a pubblicare per case editrici tedesche. Tali valutazioni non considerano il fatto che proprio la condizione di esilio di molti scrittori dopo il 1945 costituisce un elemento analizzabile solo in rapporto alla realtà storico-politica della Seconda Repubblica Austriaca. Per quanto riguarda il rapporto con l‟editoria tedesca, inoltre, non si dovrebbe trascurare la presenza, in Austria, di riviste letterarie di altissimo livello, e dunque la presenza di un dibattito letterario autoctono. Lo stesso Claudio Magris, colui che nel 1963 inaugurò con la sua ricerca sul Mito Asburgico un filone di studi che poneva in straordinario risalto la tipicità della produzione letteraria austriaca, mette in “dubbio che abbia senso parlare di una letteratura austriaca” (Geometrie del dissenso: tendenze della letteratura austriaca contemporanea, p. 9), sostenendo il carattere limitato nel tempo della stessa, circoscritto tra la fine del secolo scorso e gli anni trenta circa. L‟affermazione di Magris si fonda sull‟idea di un‟identità tematica della letteratura austriaca, che solo autori quali Hofmannsthal, Schnitzler, Musil, Roth e Broch hanno saputo esprimere, e che trova i suoi tratti tipici nel “disagio della storia, la frantumazione di ogni totalità sistematica e dello stesso io individuale, l‟assenza o la

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi