Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione molecolare di cloni ed ecotipi di Genepì per l'identificazione di genotipi adatti alla coltivazione

Il lavoro di tesi ha riguardato lo studio genetico del genepì all' interno del Progetto Interreg Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera (ALCOTRA) dal titolo "GENEALP – Genepì delle Alpi e altre piante officinali" promosso dalla Regione Piemonte. All’interno di questo progetto il lavoro svolto presso il DIVAPRA settore Genetica Agraria, ha avuto come obbiettivo la caratterizzazione molecolare di cloni selezionati e genotipi coltivati di genepì, e nasce dalla considerazione che attualmente sono in coltivazioni diversi ecotipi di genepì di cui non sempre è nota la provenienza. Non esistono inoltre informazioni sulla variabilità genetica presente al loro interno né sul grado di differenziazione genetica che li differenzia.
Le analisi a molecolari sono state condotte utilizzando la tecnica AFLP (Amplified Fragment Lenght Polymorphism)
La prima attività ha riguardato la stima della variabilità genetica e delle relazioni filogenetiche esistenti tra 38 cloni provenienti dal Centre d’Expérimentation et de Recherche en Biotechnologie Végétale (Cerbiotech, Gap, France), 33 dei quali appartenenti alla specie Artemisia umbelliformis, 4 ad A. genepi ed un clone ad A. glacialis. La seconda attività ha riguardato la caratterizzazione di 88 genotipi campionati in Italia (Provincia di Cuneo e Torino) nell’ambito di 5 ecotipi (Val Gesso, Marmora, Elva, Gran Paradiso e Val Chisone), una selezione (RAC12) e una popolazione naturale (Wild), al fine di ottenere informazioni circa la variabilità genetica attualmente esistente nell’ambito delle vallate occitane. L’ultima fase della ricerca ha previsto la selezione dei cloni francesi e dei genotipi italiani maggiormente rappresentativi della variabilità genetica attualmente in coltivazione, indirizzando la scelta di 20 piante (10 cloni Cerbiotec e 10 genotipi occitani) dai cluster di individui caratterizzati da elevata similarità genetica.

Mostra/Nascondi contenuto.
I - INTRODUZIONE 1 I - INTRODUZIONE 1. Il Genepì (Artemisia spp.) 1.1 Tassonomia Regno: Plantae Divisione: Magnoliophyta Classe: Magnoliopsida Ordine: Asterales Famiglia: Asteraceae Genere: Artemisia (figura 1) Specie: Artemisia glacialis L. (Genepì dei ghiacciai); Artemisia genepi Weber (Genepì nero); Artemisia mutellina o umbelliformis Lam. (Genepì bianco); Artemisia nivalis Br.-Bl. (Genepì delle nevi); Artemisia eriantha Ten. (Genepì delle rocce). Figura 1: Caratteristiche morfologiche del genere Artemisia.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Agraria

Autore: Francesco Sacco Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 534 click dal 16/05/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.