Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Italia vs Spagna: un'indagine sull'offerta di servizi agli omosessuali nei due Paesi

Che ruolo hanno le associazioni nel processo di coming out, con il quale gli omosessuali dichiarano apertamente il loro orientamento a familiari e amici?
Esse permettono non solo la conoscenza di altri omosessuali ma forniscono anche diversi servizi come help line, consulenze psicologiche, assistenza sanitaria e legale, attività ricreative e centri di documentazione.
Un'importante differenza tra omosessuali ed eterosessuali, ben visibile a tutti, è il riconoscimento legale delle loro unioni. Nonostante il Parlamento Europeo abbia sollecitato tutti gli Stati dell'Unione al riconoscimento dell'uguaglianza tra le coppie omosessuali e quelle eterosessuali, sono pochi gli Stati che hanno rispettato tale direttiva.
Tra questi rientra la Spagna che ha introdotto una legge sui matrimoni omosessuali; l'Italia invece viene considerata inclusa in quegli Stati che hanno totalmente ignorato l'omosessualità dal punto legislativo, continuando una politica di repressione basata sull'indifferenza.
La ricerca sperimentale contenuta in questa tesi mira a comprendere se esistono delle differenze tra i servizi offerti dalle associazioni italiane e quelli offerti dalle associazioni spagnole, considerando l'importanza che le stesse hanno nel processo di coming out.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE I gay e le lesbiche sviluppano la loro identità in un mondo dove l’eterosessualità è spesso considerata una norma, come se la “normalità” si dovesse misurare quantitativamente. Questo comporta per i giovani omosessuali il superamento di diverse difficoltà, tra le quali le loro stesse insicurezze, i loro dubbi, le loro paure, ma anche gli stereotipi ed i pregiudizi ai quali sono spesso soggetti non solo da altri individui, ma anche dallo Stato e dalla Chiesa. Tutto questo si pone spesso come ostacolo al processo mediante il quale l’omosessuale si dichiara non solo a se stesso, ma anche ai propri familiari, agli amici ed ai conoscenti. Tale processo è stato definito coming out, un “venir fuori” che diversi autori hanno cercato di definire mediante una suddivisione in fasi. Le associazioni in questo percorso di “svelamento” svolgono un ruolo importante: esse permettono non solo la conoscenza di altri omosessuali, ma forniscono anche diversi servizi come help line, consulenze psicologiche a livello individuale, familiare e di coppia, assistenza sanitaria e legale, attività ricreative, centro di documentazione e gruppi specifici per tematiche. Tutti questi servizi permettono l’esistenza di uno spazio nel quale l’individuo può esprimersi e confrontarsi con altri omosessuali. In merito agli studi relativi alla tematica dell’omosessualità, bisogna considerare che essi sono pochi ed insufficienti per la comprensione di un tema così complesso. Nonostante ciò, oggi diversi studi sono andati oltre la concezione di “famiglia tradizionale”, formata da padre, madre e figli; si è iniziato a riporre l’attenzione sulle diverse forme familiari, tra le quali quella omosessuale. Ciò ha permesso di iniziare a comprendere l’esistenza di somiglianze e differenze tra coppie omosessuali ed eterosessuali relativamente alla gestione delle attività domestiche, alle relazioni di potere, agli argomenti di discussione ed al rapporto con la propria famiglia d’origine. Un’importante differenza tra omosessuali ed eterosessuali, ben visibile a tutti, è il riconoscimento legale delle loro unioni. Nonostante il Parlamento Europeo abbia sollecitato tutti gli Stati dell’Unione al riconoscimento dell’uguaglianza tra le coppie omosessuali e quelle eterosessuali, sono pochi gli Stati che hanno rispettato tale direttiva. Tra questi rientra la Spagna che qualche anno fa ha introdotto una legge sui matrimoni omosessuali; l’Italia invece è inclusa in quegli Stati che hanno totalmente ignorato l’omosessualità dal punto legislativo, continuando una politica di repressione basata sull’indifferenza. La ricerca sperimentale svolta nel terzo capitolo si riferisce proprio alla nazione italiana e a quella spagnola; si è cercato di comprendere se esistano

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Valentina Ortu Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 555 click dal 17/05/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.