Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

EU Projects: strumenti per l'Europrogettazione

Il lavoro di tesi intende individuare gli strumenti per l'Europrogettazione riferendosi a tre ambiti essenziali.
Ambito Giuridico-Economico: approfondisce gli aspetti giuridici, necessari all’adesione ai programmi e fornisce una visione generale della struttura su cui si basano i progetti.
L’UE con ventisette Stati e una popolazione di quasi mezzo miliardo di persone comprende gran parte del territorio del continente. Sin dalla sua istituzione si è adoperata per portare prosperità e stabilità ai suoi cittadini. Le politiche e le azioni comunitarie ci interessano tutti, direttamente ed indirettamente. Project Management: in questo capitolo si definisce il PM e si illustrano i suoi principali strumenti.
Vengono individuate più definizioni di progetto per una chiara comprensione di cosa è e cosa bisogna fare per realizzarlo in modo da ottenere un risultato equilibrato ed in linea a quanto si era prospettato. Necessario si è ritenuto indicarne le nove aree di conoscenza, il sistema di documenti e prassi per il lavorare in gruppo, precisando strutture e dinamiche. Software per la progettazione: è necessario a questo punto avere competenze tecniche e acquisire le nozioni di base per l’implementazione della macrostruttura progettuale, definirne le risorse in termini di costi e tempo e riassumerle graficamente. Tutto ciò è facilitato dall’uso di applicazioni come Microsoft Project. Per utilizzare al meglio il programma suddetto o altri simili si deve comprendere la logica a monte e applicarla con gli strumenti contenuti messi a disposizione dall’applicativo. Per la compilazione dei moduli serve conoscere piattaforme e portali come Swim Saga Web e Pador. Europrogettazione: è lo studio dello sviluppo dei progetti secondo prassi e tecniche già consolidate. È il capitolo conclusivo che riassume in un’unica disciplina competenze e conoscenze ingegneristiche, economiche e giuridiche che possono dar vita ad un progetto plausibilmente realizzabile sotto tutti i punti di vista e quindi inconfutabilmente approvabile dagli organi preposti alla revisione e controllo della Commissione Europea.
Tratta in particolare la pianificazione pre-progetto, la realizzazione e la gestione dell’implementazione relativamente a fondi strutturali e fondi diretti. Infine fornisce nozioni riguardo gli elementi di Project Management come GANTT, PEER REVIEW, BUDGET e MODULI.

Mostra/Nascondi contenuto.
EU Projects: Strumenti per l’Europrogettazione Introduzione 1 Introduzione Questo lavoro di tesi nasce dall’esperienza di un master finanziato dalla Regione Puglia e dall’Unione Europea per l’Asse IV capitale umano obiettivo1 Convergenza e dallo studio del project management durante il corso di ICT (Information and Communication Technology) del corso di laurea specialistica in Marketing dell’Università degli studi di Bari Aldo Moro tenuto dal Prof. Ing. Agostino Marengo. Evoluzione della situazione europea – gli strumenti per costruire l’Europa: L’Europa ha concluso il periodo 2000-2006, raggiungendo obiettivi quali l’allargamento, il consenso dei cittadini verso le istituzioni, le nuove sfide alla competitività del mercato unico europeo. Il contesto è stato affrontato mediante l’integrazione che ha permesso di risolvere problemi relativi alla necessità di risorse che i paesi membri non sarebbero riusciti ad affrontare autonomamente. Ancora piø questo vale per i problemi a livello locale. Le opportunità date dall’Unione Europea risolvono questioni globali agendo sul locale. La definizione del bilancio e la strutturazione dei fondi 2007-2013 ha acceso aspri dibattiti nell’Europa dei 25. Ogni Stato Membro infatti tende a limitare il proprio contributo alla costituzione dei fondi e dovrebbe, a rigor di logica, spingere per beneficiarne una volta approvati. La struttura dei fondi e dei finanziamenti europei è in continua ridefinizione ed in tale condizione la figura del progettista è essenziale all’inizio di un nuovo periodo, che rappresenta una nuova partenza, e durante gli stessi per dare continuità, con metodologie e approcci, ai programmi precedenti. L’Italia mostra grande interesse verso l’Europrogettazione, ma gli operatori si concentrano principalmente sui Fondi Strutturati intermediati dalle Regioni e che con l’adesione dei nuovi Paesi sono destinati a ridursi.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Giulio Iacobellis Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5045 click dal 19/05/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.