Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Formazione aperta in rete. Banche dati telematiche per le Scienze dell'Educazione

Il lavoro sviluppato in questa tesi rientra in un progetto sviluppato dall'Università Degli Studi di Torino, denominato FAR, Formazione Aperta in Rete. Lo scopo del progetto è quello di realizzare un portale in Internet dove raccogliere tutte le informazioni e gli strumenti da poter utilizzare in caso di necessità da chiunque voglia usufruirne. La mia tesi prende in considerazione lo studio delle banche dati: l'obiettivo primario della ricerca era individuare il maggior numero di siti internet che avessero un'attinenza con le scienze dell'educazione, ma non solo. Il capitolo, infatti, raccoglie un ampia gamma di link a siti educativi, formativi e di ricerca.
Il lavoro si è rivolto anche alla creazione di una vera banca dati on line: la banca dati abstract di pedagogia sperimentale, che raccoglie una trentina di titoli (è ancora in fase di costruzione) su argomenti di pedagogia sperimentale, raccolti dagli studenti del corso di Pedagogia Sperimentale B della Prof.ssa Cristina Coggi. L'intento è stato ed è tuttora di fornire un valido strumento di ricerca per chi debba affrontare un argomento vasto come quello della pedagogia sperimentale.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione La diffusione di Internet anche nel mondo scolastico ha invogliato formatori ed esperti di settore a prendere in considerazione un suo utilizzo anche come strumento didattico. La possibilit� di usufruire della rete come fonte di informazioni, oppure come canale di diffusione di materiale didattico, sono solo alcuni dei vantaggi che la telematica pu� offrire alla struttura educativa. Il progetto sviluppato dall�Universit� degli Studi di Torino denominato FAR, Formazione Aperta in Rete, ha l�obiettivo di sviluppare una formazione che integri l�utilizzo della �Rete� nei tradizionali curricula educativi, che la renda un elemento normale nei processi di apprendimento. Si tratta, infatti, non solo di mettere in linea materiali didattici in modo da renderli accessibili a distanza tramite Internet, ma di sviluppare un nuovo modo di insegnare e apprendere. Il coinvolgimento � duplice: da una parte il docente, che usufruendo dei canali informatici sviluppa nuove e innovative proposte di insegnamento, realizzando vere e proprie lezioni on-line; dall�altra parte lo studente ha a disposizione tutto ci� che gli occorre senza dover essere presente fisicamente in aula. Questo nuovo modo di vedere la formazione ha i suoi vantaggi: • Innanzitutto pianifica le opportunit� educative perch� offre la possibilit� agli studenti, impossibilitati per qualche motivo, di seguire il proprio corso di studi; • Rende accessibili a soggetti quali disabili, anziani, ecc processi formativi che meglio si adattano alle loro richieste; • Sviluppa nuove modalit� di comunicazione tra docenti e studenti, facendo ricorso per esempio a mailing list o newsgroup; • Rende possibile l�interazione tra realt� educative diverse, sia in ambito locale che in quello nazionale e internazionale, mettendo in contatto gli utenti di istituzioni formative diverse e di diversi paesi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Riccardo Quaglia Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4279 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.