Skip to content

La moderna industria turistica: Thomas Cook, pioniere del viaggio organizzato

Informazioni tesi

  Autore: Sara Lanzi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Alessandra Gissi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

Questo lavoro ha l’obiettivo di mettere in luce la trasformazione del settore turistico prestando particolare attenzione all’impresa di Thomas Cook, a cui va il merito di aver rivoluzionato il concetto di viaggio grazie allo sviluppo della rete ferroviaria e ai cambiamenti sociali dell’Ottocento. Cook, fondatore della prima agenzia di viaggio, si specializza nella programmazione di viaggi in treno a basso costo, portando in vacanza i ceti sociali a reddito medio ed inaugurando l’era del turismo popolare.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO I LA RIVOLUZIONE TURISTICA NELL’ERA DEL BOOM FERROVIARIO I.1 UN NUOVO MODO DI VIAGGIARE Le ferrovie furono il più grande affare dell‟800 determinando una straordinaria trasformazione nel settore dei trasporti. All‟epoca della rivoluzione industriale, le tradizionali vetture a cavallo furono dotate di un meccanismo propulsore che permettesse loro di correre sul piano stradale, sostituendo con la forza del vapore quella dei muscoli degli animali. Nel corso del tempo, i nuovi sistemi di trazione furono perfezionati in modo da creare mezzi di locomozione sempre più veloci, resistenti e adatti a trasportare un numero sempre maggiore di passeggeri 1 . Nel 1789, il famoso ingegnere R.Trevithick realizzò il primo modello di macchina a vapore, collaudato con successo a Londra nel 1808. Naturalmente ogni paese ebbe il suo ottocento ferroviario poiché ciascuno di essi fu coinvolto dalle innovazioni tecnologiche in tempi diversi. In generale il secolo delle ferrovie si aprì per tutti nel 1825 con l‟inaugurazione della Stockton – Darlington, la prima linea inglese e del mondo, anche se almeno fino alla prima metà dell‟800, la maggior parte dei viaggiatori continuò ad utilizzare le tradizionali diligenze a cavallo per recarsi in Francia e in Italia. Le carrozze dell‟epoca erano molto lente dato che durante il percorso era necessario sostare per permettere ai cavalli di mangiare e riposarsi, al massimo era possibile percorrere trentacinque miglia. Spesso il viaggio con i mezzi pubblici era un tormento che riduceva i passeggeri all‟esasperazione: i veicoli erano scomodi, procedevano a passo d‟uomo attraverso strade tortuose, i principi elementari dell‟igiene erano ignorati e talvolta le varie esigenze dei passeggeri diventavano oggetto di discussione. Coloro che volevano viaggiare a un‟andatura più sostenuta sceglievano i mezzi postali, affittando veicoli e cavalli dagli ufficiali di posta lungo il percorso. La carrozza privata era un lusso che solo i ricchi potevano permettersi ma in tal modo ci si assicurava un viaggio confortevole senza il rischio di giungere esausti a destinazione. La vera e propria rivoluzione ferroviaria si ebbe solo nel 1840 quando la locomotiva cominciò ad essere impiegata non solo per il trasporto delle merci ma anche per il traffico dei passeggeri. Due eventi determinarono l‟inizio dell‟era ferroviaria: nel 1841, Thomas Cook 1 De Lucia Mario, Viaggi in Europa: Vie di comunicazione e turismo nello sviluppo economico europeo, Edizioni Scientifiche, Napoli, 2002, cit. p. 23

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sviluppo ferroviario
ferrovia vesuviana
package tour
turismo
industria turistica
storia del turismo
thomas cook
viaggio
viaggio organizzato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi