Skip to content

Tanizaki Jun’ichiro e il diabolismo: tra femme fatale, estetismo e masochismo

Informazioni tesi

  Autore: Vincenza Collazzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Gianluca Coci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

Il processo di formazione e maturazione artistica di Tanizaki Jun’ichir? ha come punto di partenza le sue esperienze giovanili: l’infanzia passata nel quartiere di Nihonbashi, la vita errabonda della giovinezza, la depressione, la lettura dei classici della letteratura Edo, delle opere occidentali, l’avversione verso il Naturalismo, la fascinazione per l’Occidente lo porteranno a una attenta analisi sulla natura dell’uomo e su suoi più reconditi desideri e alla sua rappresentazione verosimile. In questa sua indagine, scopre tratti psicologici che vengono spesso considerati come delle perversioni: il masochismo, il feticismo, l’omosessualità ecc… e mettendo in scena tutto questo, il suo sguardo è quello di un narratore distaccato che non giudica, ma racconta senza nessun pregiudizio morale o religioso.
Il suo mondo letterario è un luogo in cui estetismo, perversioni sessuali, donne fatali, masochismo hanno un ruolo di prim’ordine. I suoi personaggi sono amanti delle arti, scrittori, artisti, tatuatori, pittori, scultori o, semplicemente, cultori del bello. Il loro mondo è spesso quello che essi stessi creano, un mondo di fantasia lontano dagli affanni della vita quotidiana, dai problemi sociali o politici, un mondo in cui dar vita alle proprie fantasie e al proprio ideale estetico.
Nonostante la vita sregolata della sua giovinezza, Tanizaki compone, in questo periodo, numerosissime opere, le cosiddette opere di akumashugi. Il termine akuma è utilizzato dallo stesso autore per indicare le donne belle e crudeli dei suoi racconti dal cui fascino gli uomini restano ammaliati ed è anche il titolo di due racconti. Il tema della donna che soggioga l’uomo riecheggia il motivo decadente della belle dame sans merci, ma questo, così come altri apporti della tradizione occidentale, viene modellato e adattato al suo gusto personale e calato nel background giapponese in modo da creare un qualcosa di unico e non una banale imitazione.
L’estetica del perverso, del grottesco, del nonsense lo accomunano sia alla letteratura decadente che a quella nipponica rendendolo “l’erede legittimo sia della tradizione letteraria giapponese sia della tradizione del romanticismo occidentale dove il grottesco ha una ruolo essenziale” .
Gli scritti giovanili sono il terreno in cui comincia a indagare questi temi e a incarnare il suo concetto di estetismo, l’idea che all’arte e alla bellezza si debba subordinare tutto. Esse rappresentano la base su cui poggiano i capolavori della maturità, ma il loro valore artistico è indiscutibile. “Il fascino della paura carnale” di cui parlava Kaf?, la bellezza formale, la rappresentazione senza veli della psiche umana, ne fanno dei capolavori non solo della giovinezza, ma di tutta la letteratura di Tanizaki.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE «Se le tue poesie colpiscono profondamente il mio cuore è perchØ per trent’anni, dall’età di venti fino a oggi che ti avvicini ai cinquanta, hai continuato instancabile il tuo canto e, per quanto si possano riconoscere alcuni mutamenti, hai composto poesie di tono e di ispirazione nel complesso coerenti. E ciò non avviene soltanto per talento o per imitazione d’altri. ¨ possibile solo distogliendo lo sguardo da onori e gloria e serbando la disposizione d’animo di chi dedica davvero la sua vita alla poesia». 1 Così Tanizaki Jun’ichirō si esprimeva nel saggio Geidan (“Chiacchierata sull’arte”) del 1933, indirizzandosi all’amico e poeta Yoshii Isamu, e con parole simili anche noi potremmo parlare della sua carriera artistica. Definito da molti il piø grande romanziere giapponese, Tanizaki per piø di cinquant’anni ha “continuato instancabile il suo canto”, dal 1910, anno di pubblicazione delle sue prime opere, fino alla fine della sua vita. Futen rōjin nikki (“Diario di un vecchio pazzo”) è del 1962, appena tre anni prima della sua morte. ¨ stato autore di saggi, romanzi, racconti, pièce teatrali e si è cimentato con la traduzione in giapponese moderno del capolavoro di Murasaki Shikibu, il Genji monogatari. 1 Tanizaki Jun’ichirō, “Chiacchierata sull’arte”, in Divagazioni sull’otium e altri scritti ( a cura di A. Boscaro), Venezia, Cafoscarina, 1995, p. 256.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

immagine della donna
visions of desire
shonen
tanizaki jun'ichiro
masochismo
fascino della paura carnale
jotaro
the thief
il segreto
shisei
akumashugi
kirin
il tatuaggio
madonna and harlot
buffone di professione
morbose fantasie
la morte d'oro
femme fatale
divagazioni sull'otium
il grande vecchio
adolescenti
il demone
il dramma stregato
estetismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi