Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strumenti e procedure per la valutazione delle competenze di ruolo

La mia tesi parla principalmente dell evoluzione delle competenze che sono avvenute negli anni all'interno del luogo di lavoro, a partire dal fordismo per arrivare sino ai giorni d'oggi.
Inoltre ho trattato il tema delle competenze individuali e dei vari approcci che le caratterizzano e i conseguenti strumenti per identificarle. Ho trattato i temi delle competenze nelle politiche del personale quali, formazione, addestramento, carriera, performance, ecc... per poi concludere con la valutazione di tre casi aziendali di medie/grandi imprese.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE: Da quando negli anni ‟70 fece la sua comparsa sulla scena internazionale, il modello di gestione per competenze è andato progressivamente acquisendo un peso sempre maggiore ed uno spazio di maggior rilievo, fino a diventare un punto di riferimento imprescindibile, per chiunque oggi si occupi, di gestione delle risorse umane e di comportamenti organizzativi. Qualunque sia la sua finalità od il suo campo di applicazione, chi si trova ad operare in questo contesto sa perfettamente che esso rappresenta un punto cruciale nell‟agenda di tutti gli attori: studiosi, professionisti del settore, manager, consulenti specialistici, lavoratori dipendenti ed autonomi. Il presente lavoro, si pone l‟obiettivo di fare il punto su questo importante indirizzo di gestione delle strategie organizzative, prendendo spunto dalla vasta letteratura specializzata al riguardo. Il primo capitolo sarà dedicato prevalentemente agli aspetti teorici del modello. Si cercherà pertanto di analizzare il modello nelle sue componenti essenziali, ripercorrendo brevemente la storia del concetto e la sua genesi, con una particolare attenzione alle condizioni di contesto che hanno favorito la sua comparsa sulla scena delle teorie organizzative. Si proporrà successivamente un breve excursus tra i precursori del concetto stesso, i quali, ne hanno anticipato i presupposti teorici focalizzando la propria attenzione sulla variabile “umana”, ponendo l‟attenzione sulle motivazioni che nel tempo hanno portato alla nascita del concetto di competenza e successivamente le diverse definizioni che vengono date da diversi autori sullo stesso concetto, quello di competenza. Nel secondo capitolo ci si soffermerà sulla valutazione delle competenze individuali, analizzando gli approcci più applicati nella pratica aziendale, top-down e bottom-up. Un terzo approccio, denominato induttivo- interpretativo, viene illustrato nel quarto capitolo. Inoltre s‟analizzeranno i diversi approcci e strumenti per identificare e sviluppare le competenze del lavoratore tramite il modello di competenza del lavoratore, dove vi rientrano l‟approccio job-based, future-based, person-based, e value based che spiegherò meglio nel capitolo. Col terzo capitolo, s‟intende vedere come il concetto di competenza viene utilizzato per definire le politiche del personale. Si partirà dall‟utilizzo proprio di questo concetto tra il soggetto e l‟organizzazione, per poi andare ad analizzare le diverse politiche delle persone le quali verranno valutate secondo diverse voci tra cui la selezione, reclutamento, formazione, valutazione del potenziale, retribuzioni e percorsi di carriera. Infine nel quarto capitolo verranno analizzati tre casi aziendali inerenti alla valutazione delle competenze.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Salvaggio Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 753 click dal 07/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.