Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi dei flussi e degli spazi per lo studio di re-layout di una azienda produttrice di valvole

La tesi è incentrata su un progetto di revisione del layout produttivo realizzato in uno dei plant produttivi italiani della società Tyco Valves&Controls Italia, parte della multinazionale americana Tyco Iternational.

Il progetto è stato condotto allo scopo di analizzare l’organizzazione e la disposizione degli spazi aziendali con l’obiettivo di studiare la configurazione planimetrica che, nell’ambito di una riorganizzazione degli spazi, consenta di ottenere i maggiori benefici possibili in termini di semplificazione dei flussi di materiale; saving economici; lead time produttivo, gestione della attività di produzione,ecc… L’intenzione è di proporre un re-layout che, compatibilmente con alcuni vincoli di fondo, permetta di ottenere un elevato miglioramento nell’efficienza generale dell’attività produttiva dimostrando in che maniera e con quali interventi si possa giungere a tale risultato attraverso l’uso di una metodologia consolidata di studio.
Il layout proposto sarà messo a confronto con la configurazione originaria (layout AS IS) e con una soluzione alternativa, studiata internamente all’azienda con vincoli di natura più stringente, in corso di realizzazione (Layout TO BE).

Dopo aver presentato il quadro di riferimento nel quale si trova l’azienda, le caratteristiche dei suoi prodotti e del suo sistema produttivo si prenderà in esame l’analisi del progetto descrivendo tutti gli step che hanno interessato lo studio, fino al suo completamento.
La prima fase del progetto sarà un’attenta osservazione della situazione AS-IS di modo da identificare le criticità maggiori e i problemi emergenti in maniera più significativa, nonché le opportunità di miglioramento e gli ambiti di azione.
Sarà effettuata la raccolta dei dati e di tutte le informazioni che tramite successive analisi relative ai cicli produttivi, al flusso dei materiali e alle relazioni che legano tra loro le varie attività permettono di ricavare le linee guida che verranno seguite in fase di realizzazione del progetto.
In seguito si svilupperà il progetto esecutivo vero e proprio: sulla base delle analisi svolte si studierà l’ipotesi di layout ritenuta migliore, più conveniente e più compatibile considerando i vincoli imposti, per arrivare ad ottenere la soluzione ritenuta ideale.
Saranno spiegate e motivate nel dettaglio le modifiche previste per realizzare il layout ideale e sarà illustrato il layout TO BE.

Infine un ampio confronto tra le tre configurazioni planimetriche permetterà di comprendere gli impatti che può avere la messa in opera della soluzione proposta, verificare gli scostamenti rispetto alle altre e avere un’idea dei margini di miglioramento effettivamente realizzabili.

In ogni sistema produttivo la disposizione planimetrica fissa il percorso dei materiali in lavorazione; condiziona l’entità e l’efficienza della manodopera; influisce sulla capacità produttiva di un intero procedimento; condiziona l’utilizzo dei macchinari e degli impianti; influisce sull’utilizzazione dei terreni e dei fabbricati, concorrendo a determinare alti costi di spese generali.
E’ perciò evidente che la scelta della configurazione funzionale a tutti i mezzi e i servizi che concorrono alla realizzazione dei prodotti è un fattore di importanza non trascurabile nell’economia di un’azienda manifatturiera.
Normalmente i materiali sono sottoposti a reali operazioni di trasformazione solamente per una piccola percentuale del tempo intercorrente tra arrivo del materiale grezzo o prelevamento a stock e versamento del prodotto finito pronto per la spedizione. La maggior parte del tempo è in realtà impiegato in operazioni di trasporto o di attesa di vario genere, i cui costi sono normalmente difficili da contabilizzare perché non facilmente concretizzabili.
Spesso le aziende si concentrano con maggiore energia nella riduzione del tempo produttivo con miglioramenti tecnologici dei macchinari e delle attrezzature trascurando gli aspetti che riguardano il percorso produttivo dei prodotti in lavorazione e le attese che sono operazioni il cui valore aggiunto è nullo.
L’obiettivo di un re-layout è dunque cercare di ridurre questi costi inutili con un più corretto coordinamento planimetrico degli impianti e delle postazioni di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La tesi è incentrata su un progetto realizzato per la Tyco Valves&Controls Italia S.r.l. nel Plant produttivo Fasani di Briga Novarese (NO). Il progetto è stato condotto allo scopo di analizzare l’organizzazione e la disposizione degli spazi aziendali con l’obiettivo di studiare la configurazione planimetrica che, nell’ambito di una riorganizzazione degli spazi, consenta di ottenere i maggiori benefici possibili in termini di semplificazione dei flussi di materiale; saving economici; lead time produttivo, gestione della attività di produzione,ecc… L’intenzione è di proporre un re-layout che, compatibilmente con alcuni vincoli di fondo, permetta di ottenere un elevato miglioramento nell’efficienza generale dell’attività produttiva dimostrando in che maniera e con quali interventi si possa giungere a tale risultato attraverso l’uso di una metodologia consolidata di studio. Il layout proposto sarà messo a confronto con la configurazione originaria (layout AS IS) e con una soluzione alternativa, studiata internamente all’azienda con vincoli di natura più stringente, in corso di realizzazione (Layout TO BE). Dopo aver presentato il quadro di riferimento nel quale si trova l’azienda, le caratteristiche dei suoi prodotti e del suo sistema produttivo si prenderà in esame l’analisi del progetto descrivendo tutti gli step che hanno interessato lo studio, fino al suo completamento. La prima fase del progetto sarà un’attenta osservazione della situazione AS-IS di modo da identificare le criticità maggiori e i problemi emergenti in maniera più significativa, nonché le opportunità di miglioramento e gli ambiti di azione. Sarà effettuata la raccolta dei dati e di tutte le informazioni che tramite successive analisi relative ai cicli produttivi, al flusso dei materiali e alle relazioni che legano tra loro le varie attività permettono di ricavare le linee guida che verranno seguite in fase di realizzazione del progetto. In seguito si svilupperà il progetto esecutivo vero e proprio: sulla base delle analisi svolte si studierà l’ipotesi di layout ritenuta migliore, più conveniente e più compatibile considerando i vincoli imposti, per arrivare ad ottenere la soluzione ritenuta ideale. Saranno spiegate e motivate nel dettaglio le modifiche previste per realizzare il layout ideale e sarà illustrato il layout TO BE. Infine un ampio confronto tra le tre configurazioni planimetriche permetterà di comprendere gli impatti che può avere la messa in opera della soluzione proposta, verificare gli scostamenti rispetto alle altre e avere un’idea dei margini di miglioramento effettivamente realizzabili.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabio Minetti Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7323 click dal 03/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.