Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Arte e Società

In questa ricerca, inoltre, sono stati esaminati due periodi storici particolari, attraverso la lettura dei volumi di critica dell'arte contemporanea di Barilli: il secondo dopoguerra e l'età della crisi dei nuovi imperi.
Il secondo dopoguerra, dal punto di vista storico artistico, si caratterizza per il rifiuto del reale e delle forme: esso è il momento del più estremo abbandono dell'accademismo formalista nelle arti visive. I lavori concettuali di Fontana e l'esplosione cromatica di Pollock, l'intimismo doloroso di Mark Rothko sono solo alcuni esempi di un'arte che risponde al dramma della storia chiudendosi nel concetto, nell'emozione dell'arte, nel sé.
Al secondo dopoguerra segue il boom economico, caratterizzato dall'espansione del consumismo e dei marchi industriali multinazionali; il velocizzarsi estremo dell'esistenza, le crisi cicliche del sistema economico, il continuo terrore di una improvvisa guerra atomica, l'allargamento della forbice nella distribuzione del reddito a livello sia nazionale che internazionale - in poche parole la società post-industriale in tutte le sue sfaccettature - sono il nuovo campo d'azione dell'arte, che abbandona l'informale per tornare alle forme conosciute, non più piene di grazia ed armonia, bensì mostruose, sconcertanti, orribili o più semplicemente ossessive, ripetute, disumanizzate.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Slegare l'arte dalla società di riferimento, quindi dalla storia sociale, è come slegare il prodotto da quell'endiadi che è essa stessa produttore e fruitore: l'uomo. L'arte come professione, il parallelismo tra stile storico- artistico e tipo di società, l'effetto distintivo che l'arte ha assunto nel posizionamento socio-politico degli individui nella società sono elementi fondamentali per la comprensione della realtà sociale. Attraverso lo studio di Hauser, infatti, si comprende l'intima connessione tra arte e società politica. Nel suo lavoro sulla “Storia sociale dell'arte” in quattro volumi, egli analizza il rapporto tra tendenze artistiche e società politica di riferimento attraverso un excursus storico che va dall'età classica fino all'età moderna. Il rapporto tra opera e società viene analizzato da Hauser e da Bourdieu seguendo due metodologie differenti. Hauser propone una divisione schematica dei pubblici, superata da Bourdieu attraverso una “filosofia posizionale” che ricolleghi in maniera dinamica preferenze politiche, artistiche, di consumo, ecc. di ogni uomo a seconda del suo habitus, ovvero la posizione che ognuno ricopre nello spettro sociale.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefano Spina Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10344 click dal 01/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.